anteprima NATO JFC accoglie corso Giornalismo Internazionale 27-03-2017

Il Nato Joint Force Command di Brunssum, nei Paesi Bassi, ha ospitato venerdì scorso i partecipanti al corso di Giornalismo Internazionale organizzato dall’Institute for Global studies (IGS) in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa.

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima Belgio: verso la sostituzione degli F-16 24-03-2017

Lo scorso 17 marzo, con circa 2 anni di ritardo rispetto a quanto inizialmente previsto, il Governo belga ha ufficialmente annunciato l’avvio della procedura di procurement per 34 nuovi caccia multiruolo, destinati a rimpiazzare la principale componente di combattimento dell’Aeronautica basata su 59 F-16AM/BM Block 20. Questi ultimi, acquisiti nel periodo 1979-1985, e portati allo standard Block 20 dopo un aggiornamento di mezza vita (MLU) avvenuto tra il 1991 e il 1997, dovrebbero iniziare ad essere ritirati nel 2023 - quando gli F-16 più usurati raggiungeranno il limite delle 8.000 ore di volo - con completamento del ritiro previsto nel 2028. I velivoli candidati a sostituire i FIGHTING FALCON belgi, e per i quali è stata inviata una RFGP (Request for Governamental Proposals), sono 5: Dassault RAFALE, Saab JAS-39 GRIPEN E, Lockheed Martin F-35A LIGHTNING II, Eurofighter TYPHOON e Boeing F/A-18E/F SUPER HORNET.

a cura di Andrea Mottola
anteprima MIBIL: conclusa esercitazione a favore di LAF 24-03-2017

Libano. Si è conclusa, presso l’area addestrativa di Al Bayadah, la principale esercitazione del corso “Army Aviation – Survivor and First Aid Intermediate” a favore delle LAF

a cura di Stato Maggiore Difesa
anteprima Attacco a Londra 23-03-2017

Dopo 12 anni – e ad un anno esatto dalle stragi di Bruxelles – il terrorismo torna a colpire il Regno Unito e lo fa attaccando Westminster, il cuore politico della democrazia più antica del mondo. Ancora una volta si è trattato di un attacco a bassa sofisticazione (ABS, Attacco a Bassa Sofisticazione) secondo una modalità che mette insieme tecniche impiegate già a Berlino ed a Nizza – mezzo lanciato a tutta velocità contro la folla inerme – con il corpo a corpo all'arma bianca con operatori della sicurezza come avvenuto più volte negli ultimi 3 anni in Francia. Il tutto condotto da un assalitore – di cui ancora non si conosce l'identità – che agisce come un cane sciolto presumibilmente su ispirazione della centrale terroristica internazionale rappresentata dallo Stato Islamico che oggi ha poi rivendicato l'attacco attraverso l'agenzia Amaq. In molti, del resto, si attendevano un colpo di coda dell'organizzazione di Al Baghdadi ormai al collasso sia in Siria, con Raqqa sotto assedio, sia in Iraq, dove la Mosul in cui nel 2014 fu dichiarato il Califfato è prossima alla caduta.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Attacco a Londra update 23-03-2017

A 24 ore dall’attentato di Westminster cominciano ad emergere alcuni elementi. Il primo in ordine cronologico è stata la rivendicazione dell’attentato da parte di Daesh che questa mattina, tramite il proprio canale media ufficiale Amaq, ha definito l’attentatore, di cui ancora non si conosceva il nome, “un soldato del Califfato”, seguendo il copione utilizzato in occasione di altri attentati (Nizza e Berlino), ma non fornendo alcun dettaglio sulla formazione o sull’eventuale supporto all’assalitore per la preparazione dell’attacco.

a cura di Andrea Mottola
anteprima MBDA: strategie per il futuro 22-03-2017

Venerdì 17 marzo, con la tradizionale conferenza stampa, alla quale hanno preso parte il CEO del gruppo Antoine Bouvier e l'AD di MBDA Italia Pasquale Di Bartolomeo, il colosso missilistico europeo MBDA ha presentato i risultati economico-finanziari per il 2016 e le strategie per gli anni a venire. Il 2016 è stato un anno eccellente per l'azienda con numeri record: ricavi pari a 3 miliardi di euro, ordini per 4,7 miliardi di euro ed un portafoglio di quasi 16 miliardi di euro, pari per la precisione a 15,9 miliardi di euro (portafoglio che nel 2013 era di 10,8 miliardi di euro).

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Guerra civile in Tripolitania 21-03-2017

Mentre il Generale Haftar si è ripreso i terminal petroliferi della Mezzaluna, scacciandone la BDB (Benghazi Defence Brigade) e le Guardie Petrolifere fedeli a Serraj – con l'aiuto determinante di Egiziani, Emiratini e contractors russi – a Tripoli e in altre parti della Tripolitania la situazione è ormai precipitata nel caos. A Tripoli, la settimana scorsa sono andati in scena una serie di blitz contro le forze fedeli all'ex Premier Khalifa Gwell, che hanno avuto la peggio, da parte delle milizie agli ordini dei signori della guerra Abdul Ghani Al-Kikli (detto Ghneiwa) e Haithem Al Tajouri

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Boeing e US Army siglano contratto per 268 AH-64E 20-03-2017

Boeing e il governo americano hanno siglato di recente un contratto quinquennale, del valore di 3,4 miliardi di dollari, attraverso il quale l’Esercito e un cliente fuori dagli Stati Uniti acquisiranno il più recente elicottero da attacco Apache con un significativo risparmio per i contribuenti.

a cura di Redazione
anteprima Esercitazione tra caschi blu italiani e le LAF 20-03-2017

Si è conclusa, presso la Base “Millevoi” di Shama, sede del Comando di Sector West, la “White Thunder 2017”, esercitazione congiunta tra i caschi blu italiani e le Forze Armate Libanesi (LAF) al termine del Corso di “Crowd and Riot Control & Unarmed Fight”.

a cura di Stato Maggiore Difesa