LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Gli F-35 dell’USAF rischierati in Medio Oriente

6 F-35A dell'USAF ad Al Dhafra, negli Emirati Arabi, a disposizione di AFCENT.  

anteprima logo RID Il secondo F-35B alla Marina Militare

Il secondo F-35B italiano, esemplare BL-2, attualmente in attesa di consegna a Cameri, è stato formalmente assegnato alla Marina Militare, su espressa direttiva del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta. Una volta consegnato, il velivolo raggiungerà il BL-1 presso la base dei Marines di Beaufort, nella Carolina del Sud (USA), per addestramento e test.

anteprima logo RID IOC per gli F-35 giapponesi

La Forza Aerea del Giappone ha dichiarato la capacità oeprativa inziale (IOC) della prima unità equipaggiata con l’F-35A, ovvero il 302nd Tactical Fighter Squadron di Misawa. Il Giappone diventa così il primo Paese dell’Asia Pacifico a dichiarare l’oepratività del velivolo di Lockheed Martin, prodotto nello stabilimento locale di Nagoya. Come noto, il Giappone ha ordinato finora 42 F-35, di cui 38 da realizzare a Nagoya, ed ha approvato l’acquisto per ulteriori 105 esemplari, compresa una parte in variante STOVL, che verranno invece presumibilmente prodotti a Forth Worth dati gli alti costi degli esemplari sfornati da Nagoya.

anteprima logo RID Vola il nuovo UAV turco AKSUNGUR

Un video pubblicato lo scorso 21 marzo dalla Turkish Aerospace mostra il primo volo effettuato dall’ultimo UAV sviluppato dall’azienda, l’ANKA-AKSUNGUR. Il volo è avvenuto il 20 marzo ed è durato 4 ore e 20 minuti. Il velivolo, di cui si conoscono ancora scarsi dettagli, è evidentemente basato sui design degli UAV israeliani HERON ed EITAN e, come loro, dovrebbe appartenere alla classe MALE-super MALE (medium-altitude, long-endurance) con impiego primario in ambiti ISR. Tuttavia, come nel caso dell’EITAN, non vanno escluse potenziali capacità di attacco al suolo. Gli scarsi dettagli disponibili parlano di una tangenza massima di 12.000 m (40.000 piedi) con una durata di volo superiore alle 24 ore. Il velivolo è equipaggiato con un sistema propulsivo basato su un doppio motore ad elica TUSA? PD170. Dalle immagini video, la dotazione sensoristica sembra essere composta da una torretta optronica posizionata sotto il muso del velivolo. La capacità di carico utile massima dovrebbe essere di circa 750kg, mentre per quanto riguarda la suite di comunicazioni, l’AKSUNGUR dovrebbe essere equipaggiato con sistema satellitare basato sui satelliti TURKSAT.

anteprima logo RID I TYPHOON dell’AM in Kuwait con il RECCE LITE

Quattro Eurofighter TYPHOON dell’Aeronautica Militare sono stati rischierati in Kuwait, presso la base di Ahmed Al Jaber, per rimpiazzare gli AMX nell’ambito dell’Operazione PRIMA PARTHICA, che costituisce il contributo delle FA italiane alla coalizione internazionale contro il Daesh. I TYPHOON sostituiranno gli AMX nei compiti ISR Intelligence, Surveillance and Reconnaissance (ISR) – per continuare ad assicurare alla Coalizione il contributo richiesto in termini di monitoraggio e controllo dall’alto del teatro di operazioni grazie alla disponibilità del pod israeliano Rafale RECCE LITE. Quest’ultimo è integrato sui TYPHOON dell’AM ormai da 2 anni, in particolare sugli esemplari Tranche 1 Drop 4, ma è la prima volta che una tale capacità viene rischierata in teatro operativo. Si tratta di un fatto molto significativo in quanto un TYPHOON ha inviluppo e prestazioni significativamente superiori rispetto a quelle di un AMX – in termini di velocità, quote, autonomia, ecc- e questo garantisce maggiore persistenza sull’area obbiettivo ed un campo visivo più ampio; quindi, una maggiore efficacia complessiva della missione. L’attività dei caccia Eurofighter in Kuwait si affianca a quella degli UAV PREDATOR, sempre per attività ISR, e a quella di rifornimento in volo con il tanker KC-767A, a supporto sia dei velivoli italiani sia di quelli della coalizione. Con questo dispiegamento si suggella definitivamente anche la consacrazione multiruolo dei TYPHOON dell’AM, i cui esemplari di Tranche 2 e Tranche 3 posso impiegare pure bombe a guida laser GBU-16 ed a guida laser/GPS EGBU-16.

anteprima logo RID Su-35S per l’Egitto?

Secondo il quotidiano russo Kommersant, che cita fonti industriali, l’Egitto avrebbe firmato un contratto per la fornitura di un numero non precisato di caccia pesanti super-manovranti Su-35S. Nell’articolo si parla di 12-24 velivoli. Il contratto sarebbe stato firmato a fine 2018 e le consegne potrebbero iniziare già il prossimo anno. Se l’accordo dovesse essere confermato, l’Egitto diverrebbe il terzo cliente export del caccia, dopo Cina e Indonesia, riconfermandosi un pilastro su cui si basa il sistema di influenza russo nel Mediterraneo.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>