LEONARDO
RID Articoli Mese
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Anche Singapore sceglie l’F-35

Singapore ha ufficialmente annunciato che l’F-35 rimpiazzerà l’F-16 in seno alla  Republic of Singapore Air Force (RSAF). La notizia era scontata considerando che Singapore è un cosiddetto Security Cooperation Participant del programma F-35 ed ha un fortissimo legame politico-militare con gli Stati Uniti. Inizialmente la RSAF dovrebbe acquisire un piccolo numero di velivoli per condurre una valutazione operativa e solo in seguito ordinare un numero maggiore di esemplari (entro certi limiti, però, visto il ridotto fattore umano di Singapore). Inoltre, la RSAF è interessata pure alla versione STOVL, a decollo corto e atterraggio verticale, che garantirebbe una maggiore flessibilità operativa e consentirebbe di sfruttare non solo alcune piste minori e più corte presenti sul territorio nazionale, ma all’occorrenza (e in casi di emergenza) anche alcune arterie stradali.

anteprima logo RID AESA APG-79(v)4 per gli HORNET dell'USMC

La flotta di F/A-18C/D HORNET dell'US Marines Corps verrà aggiornata con l'installazione, fra il 2020 e il 2022, di radar AESA APG-79(v)4 di Raytheon. Questo radar è una versione ridimensionata dell'APG-79 AESA che già equipaggia i SUPER HORNET e gli EA-18G GROWLER. Il valore del contratto non è ancora stato comunicato. Al lancio del programma, nel marzo 2018, l'USMC espresse un requisito per 98 radar installati, abbastanza per equipaggiare 7 squadroni da 12 velivoli, con 14 radar di riserva. Il nuovo radar rimpiazzerà il vecchio APG-65 e la sua versione migliorata APG-73, che invecchiando sono diventati meno affidabili e più difficili da manutenere. Il v4 impiega la stessa elettronica dell'APG-79, ma un'antenna di dimensioni inferiori e con minori requisiti di potenza installata e raffreddamento; sacrifici inevitabili per poter essere installato senza grandi modifiche nel muso dell'HORNET legacy, più piccolo. L'adozione di un radar AESA rappresenta un significativo incremento capacitivo per l'HORNET, che nei modelli A++, C e D equipaggia al momento un totale di 10 squadroni regolari, uno della riserva ed un Fleet Replacement Squadron per l'addestramento. Gli HORNET dei Marines resteranno in servizio fino al 2030, secondo il 2018 Marine Aviation Plan, che priorizza la sostituzione (entro il 2026) dell'intera flotta di HARRIER con l'F-35. Secondo i piani del 2018, il primo degli squadroni HORNET rimanenti a passare all'F-35 (C, in questo caso) sarà il VMFA-314 di Miramar, sul finire del 2019. Nel 2020 seguirà il VMFA(AW)-225, sempre di Miramar, che passerà su F-35B, mentre ulteriori transizioni seguiranno solo a partire dal 2024.

anteprima logo RID Contratto per il RAFALE F4

Dassault ha ricevuto dalla Difesa francese il contratto per lo sviluppo della variante F4 del caccia medio RAFALE. L’aggiornamento riguarderà principalmente la connettività del velivolo e l’introduzione di vere e proprie capacità net-centriche che consentano di trasformare il RAFALE in nodo moltiplicatore del campo di battaglia. A ciò bisogna aggiungere l’adozione del nuovo missile aria-aria MBDA MICA-NG e della variante da 1.000 kg della bomba guidata Sagem AASM, nonché di una nuova unità di controllo per il motore Snecma M88-2 e di nuovi sistemi di diagnostica e di supporto logistico basati sui big-data e l’intelligenza artificiale. La validazione dello standard F4 è prevista nel 2024, ma alcune delle sue migliorie dovrebbero essere utilizzabili già nel 2022.

anteprima logo RID La Marina Francese riceve il RAFALE F3-R

La Marina Francese ha preso in consegna sulla base di Landivisiau il primo caccia medio RAFALE allo standard F3-R. La prima unità ad operare con il velivolo è la Flotille 11F. Lo standard F3-R prevede principalmente l’adozione del missile aria-aria a lungo raggio MBDA METEOR, della versione a guida laser della bomba Sagem AASM, e del nuovo pod Thales TALISO. Ulteriori dettagli su RID 2/19.

anteprima logo RID Operativi gli F-35B inglesi

Il MoD britannico ha dichiarato la IOC (Initial Operational Capability) dell’F-35B della RAF. L’annuncio è stato dato dal Segretario alla Difesa Gavin Williamson direttamente da un hangar della base di Marham. Al momento gli F-35B operativi con il 617° Squadrone, basato sulla suddetta base, sono 9 e potrebbero a breve essere dispiegati anche in operazione. Il Regno Unito diventa così il secondo Paese europeo, dopo l’Italia, a dichiarare la capacità operativa iniziale dell’F-35, ed il secondo dopo gli USA a raggiungere un tale traguardo con la variante STOVL del velivolo. Il prossimo anno Londra annuncerà una decisione rispetto ai propri impegni nel programma, che prevedono l'acquisizione di 138 esemplari, tutti in versione STOVL, con le voci di una rimodulazione e dell’acquisizione di un mix di F-35B ed F-35A che si stanno facendo sempre più insistenti.

anteprima logo RID Altri Su-30 per il Kazakistan

Negli ultimi giorni del 2018 l’Aeronautica Kazaka ha ricevuto un nuovo lotto di 4 caccia multiruolo pesanti supermanovrabili Su-30SM FLANKER-H. Gli aerei, assegnati al 604° Stormo di stanza presso la base aerea di Taldykorgan, nella regione di Almaty, portano la flotta di Su-30SM kazaki a 12 unità. Le consegne seguono un iter partito nel 2014, quando venne firmato un primo accordo del valore di 5 miliardi di rubli (poco più di 65 milioni di euro) per la consegna di 4 FLANKER-H, avvenuta nell’aprile del 2015. Nel dicembre dello stesso anno, poi, venne siglato un secondo contratto per 8 Su-30SM, dei quali i primi 2 consegnati nel dicembre 2016 ed una seconda coppia esattamente un anno dopo. I 4 caccia recentemente giunti in Kazakistan completano le unità previste dal secondo accordo. Tuttavia, tali aerei non dovrebbero rappresentare gli ultimi FLANKER destinati alla ex Repubblica sovietica, tenuto conto che già nell’agosto del 2017, il Governo di Astana segnalò l’intenzione di acquisire altri 12/24 esemplari (per un totale di 24/36 caccia), intenzione formalizzata lo scorso maggio, durante l’ultima edizione del salone KADEX, da un terzo contratto per la fornitura di un primo lotto di 8 Su-30SM da completarsi entro il 2020.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>