Argomento Selezionato: Sicurezza
anteprima La NATO pronta a supportare la Libia 01-02-2017

Il Segretario Generale della NATO si è incontrato oggi con il Premier libico Serraj. Nell'incontro Stoltenberg ha ribadito il supporto della NATO a Serraj ed al Governo di Accordo Nazionale, ed a tutti gli sforzi per trovare una soluzione politica inclusiva alla crisi in cui si sta dibattendo il Paese. Nell'incontro si è anche discusso di ciò che la NATO potrebbe fare per la Libia in termini pratici ed a tal proposito il Segretario Generale ha affermato che la NATO è pronta, qualora la Libia lo chiedesse, a ri/costruire il comparto difesa locale partendo da un moderno Ministero della Difesa, passando per lo stato maggiore, i servizi d'intelligence ecc. In pratica, la NATO sembrerebbe pronta ad offrire alla Libia un partenariato, sul modello di quelli già in essere, per esempio, in Iraq e Giordania, basato su una Defence and Related Security Capacity Building (DCB) Initiative comprendente, appunto, consulenza e assistenza per la ri/costruzione dei comparti politici e burocratici relativi alla difesa ed alla sicurezza, formazione e training per le forze locali o, ancora, assistenza in alcuni settori specifici come la logistica, il contrasto agli ordini improvvisati o la cyber security. Stoltenberg ha poi affrontato il tema della cooperazione con l'UE sulla Libia ricordando che già adesso l'Operazione NATO SEA GUARDIAN fornisce supporto (logistico, d'intelligence ecc.) all'Operazione UE SOPHIA e che la NATO potrebbe cooperare con l'UE nella formazione delle ri/costituende Guardia Costiera e Marina libiche

a cura di Pietro Batacchi
anteprima In Corea del Nord riprende produzione plutonio? 30-01-2017

Sembra confermata la ripresa delle attività del reattore nordcoreano Magnox moderato a grafite per la produzione del plutonio di Yongbyon. Immagini satellitari hanno mostrano una colonna di fumo presumibilmente originata dalle condotte di raffreddamento ad acqua del complesso, mentre già in precedenza c’erano stati segnati di riavvio delle attività di riprocessamento delle barre di combustibile esausto e di separazione del plutonio.

a cura di Redazione
anteprima Cyber Strategy & Policy Brief 27-01-2017

All'interno del nuovo volume del “Cyber Strategy & Policy Brief” analisi su: Di chi è la responsabilità dell'ondata di attacchi cibernetici che hanno colpito le istituzioni dell'Arabia Saudita. E' stato davvero il governo iraniano? Il nuovo documento strategico della Cina per la sicurezza cibernetica. La prima normativa della Cina completamente focalizzata sulla sicurezza cibernetica. Il primo Cyber Command dell'India e i problemi di Nuova Delhi nel settore della cyber-security.

a cura di Stefano Mele
anteprima Haftar si prende Bengasi 26-01-2017

Dopo 2 anni di annunci e feroci battaglie casa per casa, la milizia del Generale Khalifa Haftar, autodenominata Esercito Nazionale Libico, ha conquistato il distretto di Ganfouda a Bengasi, ultima roccaforte del Consiglio della Shura dei Rivoluzionari di Bengasi – coalizione che raggruppa i qaedisti di Ansar Al Sharia e i miliziani della Brigata Martiri del 17 Febbraio e del Libyan Shield ( queste ultime entrambe realtà che fanno riferimento alla Fratellanza Musulmana). La svolta nella battaglia di Bengasi c'era stata nel maggio 2015 quando le forze di Haftar avevano conquistato il piccolo porto di Mreisa, che il Consiglio usava per ottenere via mare rinforzi dalla Tripolitania. Da allora i miliziani del Consiglio si erano asserragliati

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Cyber Strategy e Policy Brief 05-12-2016

All'interno del nuovo volume del “Cyber Strategy & Policy Brief” analisi su: - Il documento “G7 Fundamental Elements of Cybersecurity for the Financial Sector”. - La nuova strategia di Singapore per la sicurezza cibernetica. - La nuova strategia della Turchia per la sicurezza cibernetica. - La Final Rule del Dipartimento della Difesa americano che obbliga le aziende alla condivisione degli incidenti informatici. Scarica il PDF per leggere.

a cura di Stefano Mele
anteprima Siria: fronti in movimento 11-11-2016

La guerra civile siriana, o se si preferisce la guerra mondiale siriana, sta entrando in una nuova fase. I 3 fronti oggi più caldi sono quello di Aleppo, quello di Al Bab ed il fronte di Raqqa. Ad Aleppo, l'offensiva ribelle lanciata 2 settimane fa per rompere l'assedio dei quartieri orientali è stata arginata dai lealisti che sono passati poi al contrattacco nel quadrante sud-occidentale della città. Le forze fedeli ad Assad hanno ripreso il controllo del 90% del quartiere di Minyan e di obbiettivi strategici come il 1070 Apartment Project e la Hikma School

a cura di Pietro Batacchi
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>