LEONARDO
RID Articoli Mese
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID IAI: NATO Simulation Game a Roma

Capire e sperimentare le dinamiche NATO nel contesto di sicurezza odierno, i rapporti con la Russia e l’Unione Europea, la presenza nell’area del Mediterraneo, le sfide per l’industria della difesa, ecc. A tal fine lo IAI organizza dal 5 al 7 novembre a Roma una simulazione intensiva dell’Alleanza Atlantica per approfondire - con un percorso interattivo - i problemi della sicurezza, del crisis management e della diplomazia internazionale. I partecipanti saranno infatti chiamati a impersonare i delegati dei Paesi membri impegnati in una riunione di emergenza del Consiglio Atlantico. Scadenza per la consegna delle domande: 30 ottobre. Info: http://www.iai.it/it/news/nato-intensive-simulation-game

anteprima logo RID Oltre un miliardo di tagli alla Difesa?

Dopo giorni di voci e indiscrezioni iniziano a filtrare i primi numeri ufficiali sul bilancio della Difesa 2019 e sull’entità dei tagli annunciati dal Vicepremier Di Maio. Nel comunicato stampa che ha accompagnato l’approvazione, giunta ieri in Consiglio dei Ministri, del Disegno di Legge relativo al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019, si può leggere chiaramente al punto 14 che è prevista “una riduzione delle spese militari pari ai fondi necessari per la riforma dei Centri per l’impiego”. Dunque, a giudicare da quanto emerso finora, e come confermato dallo stesso Vicepremier Di Maio proprio oggi, si può stimare tale somma in un miliardo di euro e forse oltre. Presumibilmente, una parte di queste risorse proverrebbe dal Bilancio ordinario della Difesa ed una parte graverebbe sul Bilancio del Ministero dello Sviluppo Economico, laddove questo garantisce come noto il finanziamento di importanti programmi di procurement militare. Se non vi dovessero essere cambiamenti in sede di esame parlamentare, e l’entità dei tagli dovesse essere confermata, si tratterrebbe di una mazzata tremenda per la Difesa, con gravi ripercussioni sul tessuto industriale e sui rapporti a livello internazionale del nostro Paese.

anteprima logo RID L-3 si fonde con Harris

Le aziende americane specializzate nel campo dell'elettronica e dei sistemi di comunicazione L3 e Harris hanno annunciato la fusione delle rispettive attività. Ottenute tutte le approvazioni dalle autorità regolatrici e completato il closing, atteso entro il mese di giugno dell'anno prossimo, nascerà una nuova società, denominata L3 Harris Technologies, da 16 miliardi di dollari di fatturato, 48.000 addetti, una redditività di 2,4 miliardi di dollari ed un flusso di cassa di poco meno di 2 miliardi. Il settore aerospaziale della difesa americano subisce così un ulteriore consolidamento dopo le recenti acquisizioni di ATK da parte di Northrop Grumman e di Rockwell Collins da parte di UTC. Tutti i dettagli su RID 12/18.

anteprima logo RID I Marines testano l’F-35B con l’HIMARS

Lo scorso 19 aprile, durante l’ultimo corso annuale WTC (Weapons and Tactics Course) presso il poligono di Yuma (Arizona), lo USMC ha dimostrato la possibilità di usare un F-35B LIGHTNING II come sensore avanzato per fornire le soluzioni di tiro alle batterie di lanciarazzi guidati M142 HIMARS. Nonostante si tratti di un test effettuato la scorsa primavera, i Marines ne hanno dato comunicazione ufficiale solo lo scorso 5 ottobre. Durante il test un F-35B del VMFA-211 si è collegato tramite datalink al computer di lancio di una batteria HIMARS fornendo in tempo reale le coordinate del bersaglio - rappresentato da un container - acquisite tramite il sistema elettro-ottico EOTS. Il test in oggetto segue quello avvenuto nel settembre del 2016, quando un F-35B del Marine Operational Test and Evaluation Squadron (VMX-1), di stanza presso la Edwards AFB, venne utilizzato come sensore avanzato per l’identificazione e l’abbattimento di missili da crociera grazie all’integrazione del velivolo all’interno della Naval Integrated Fire Control-Counter Air (NIFC-CA). In quel caso, l’F-35B inviò le informazioni raccolte dai propri sensori di bordo alla DESERT SHIP di White Sands - una delle 2 ground station della US Navy utilizzate per la simulazione ed il test di lancio di missili sup-aria basati sul sistema antibalistico AEGIS – tramite il datalink “stealth” MADL (Multi-Function Advanced Data Link). A quel punto, la DESERT SHIP, impiegando l’ultima evoluzione del sistema di combattimento AEGIS, denominata Baseline 9.C1, ha eliminato i cruise in arrivo impiegando intercettori Raytheon SM-6. L’implementazione di tali capacità, ovviamente, non va considerata ad uso esclusivo dei Marines o della US Navy, potendosi applicare anche a soluzioni che prevedono varianti differenti del LIGHTNING II (sia la A che la C), ed a sistemi d’arma navali o terrestri diversi dall’AEGIS o dall’HIMARS (ad esempio quelli basati sul munizionamento guidato VULCANO).Va da sé che tale capacità di sensore avanzato per la raccolta e la distribuzione di informazioni risulti assolutamente fondamentale in una moltitudine di scenari operativi, partendo da quelli CAS (supporto aereo ravvicinato) in presenza di spazi aerei contestati contraddistinti da bolle antiaeree che renderebbero inutile l’impiego di droni e pericoloso quello di velivoli manned dotati di pod d’acquisizione, ma non di bassa osservabilità radar, fino ad arrivare a quelli di contrasto a diversi tipologie di minacce aeree (stormi di velivoli nemici, bombardieri o caccia che siano, oppure di “sciami” di droni o, ancora, missili da crociera). Ciò conferma, ancora una volta, come il LIGHTNING II rappresenti un moltiplicatore di forza operativo che, ad oggi, non ha eguali nel panorama militare globale.

anteprima logo RID Il nuovo missile MBDA MMP testato a Gibuti

Dal 25 agosto al 22 settembre 2018 a Gibuti, la STAT (Section Technique de l'Armée de Terre), la DGA (Direction Général de l'Armement) e l'azienda MBDA hanno testato il missile anticarro a media portata MMP

anteprima logo RID DEEPSTRIKE: il nuovo missile balistico USA

Alla base di Fort Sill in Oklahoma, la Raytheon ha completato l'integrazione del missile DEEPSTRIKE sui sistemi di artiglieria campale

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>