LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Singapore ordinerà 4 F-35 per test

Secondo quanto comunicato dal Ministro della Difesa di Singapore Ng Eng Hen, l’Aeronautica della città-stato ha deciso di presentare una richiesta formale per l’acquisizione di 4 caccia multiruolo F-35 LIGHTNING II che verranno utilizzati per testare il velivolo e verificarne le effettive capacità di soddisfare i requisiti richiesti dalla Forza Aerea. Il Ministro ha aggiunto che nella lettera di richiesta formale (LOR che avvia il procedimento del FMS) verrà inserita anche un’opzione per l’acquisto di ulteriori 8 aerei – che, sommati ai primi 4, consentirebbero la creazione di un reparto dedicato all’addestramento di equipaggi e tecnici distaccato negli USA, esattamente come avviene attualmente con reparti di F-15 ed F-16 distaccati, rispettivamente, in Idaho (Mountain Home) ed Arizona (Luke) - senza tuttavia specificare tempi di consegna e variante desiderata del JSF. Riguardo a quest’ultimo punto, la scelta dovrebbe ricadere o sulla versione da decollo ed atterraggio convenzionale F-35A, oppure su quella STOVL F-35B – con quest’ultima favorita, tenuto conto della sua capacità di operare da piste improvvisate e di dimensioni ridotte, requisiti fondamentali per le caratteristiche geografiche del piccolo Paese asiatico – mentre è escludere la versione da portaerei e bombardamento F-35C, nonostante l’Aeronautica di Singapore abbia come requisito lo strike in profondità. Secondo il programma singaporiano, l’eventuale (probabile) acquisto degli F-35 dovrebbe andare a coprire progressivamente, a partire dal 2031, il ruolo attualmente svolto dalla flotta di 60 caccia multiruolo F-16C/D Block 52/52+, mantenendo una doppia linea costituita da LIGHTNING II e dai 40 F-15SG, che saranno interessati da un robusto programma di upgrade. Con tale acquisizione, Singapore diverrebbe il primo Paese del Sudest Asiatico ad ottenere l’F-35 (e il quarto in Asia/Oceania dopo Australia, Corea del Sud e Giappone) e confermerebbe il trend generalizzato per le proprie Forze Armate - il cui ultimo budget ha subito ritocco verso l’alto del 4,8% (pari a 11.4 miliardi di dollari) rispetto agli stanziamenti del 2018 - che prevede acquisizioni di sistemi d’arma di ultima generazione e ad alte prestazioni.

anteprima logo RID F-35: in Italia tutto tace

I risultati dello studio del Ministero della Difesa sul programma F-35 italiano non sono ancora stati resi noti e non è chiaro se lo studio sia stato effettivamente completato o meno. Gli Americani si aspettavano risposte dalla recente visita negli Stati Uniti del Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo che, però, non sono arrivate e la circostanza non è certo stata presa bene a Washington. Ad oggi l'Italia ha già ordinato 14 F-35, di cui 11 già consegnati, ed i materiali a lunga durata (long lead e extra long lead items) dei 13 velivoli appartenenti ai Lotti di produzione a basso rateo 12, 13 e 14. In teoria, dunque, eventuali ridimensionamenti al programma dovrebbero avvenire a partire dai lotti pluriennali di acquisto successivi, ovvero dal 2023 in avanti, ma la momento su questo fronte non c’è nessuna certezza. Il programma F-35 italiano è bloccato. E’ quanto emerge nei fatti da indiscrezioni e accadimenti vari. A Cameri sono pronti, in attesa di consegna ormai da settimane, anzi, mesi, 2 aerei per le Forze Armate italiane appartenenti al lotto di produzione a basso rateo n.11 (LRIP 11): l’AL-11, undicesimo F-35A per l’Aeronautica Militare, e il BL-2, secondo F-35B. Quest’ultimo non è ancora chiaro inoltre se andrà all’Aeronautica Militare oppure alla Marina Militare. Il LRIP 11 comprende anche un altro F-35A, ovvero l’AL-12.

anteprima logo RID Capacità operativa iniziale per l’F-35C

L’US Navy ha dichiarato la capacità operativa iniziale (IOC, Initial Operational Capability) dell’F-35C, la variante da portaerei e da bombardamento del velivolo di Lockheed Martin. La prima unità operativa è lo Strike Fighter Squadron (VFA) 147, che ha completato di recente le qualifiche a bordo della portaerei CARL VINSON, con 10 F-35C. Oltre all’US Navy anche i Marines impiegheranno l’F-35C, che rimpiazzerà gli HORNET, schierando nell’ambito dei Carrir Air Wing 4 squadroni.

anteprima logo Aeronautica Italiana Al Centro di Eccellenza di Amendola i futuri operatori di APR

Venerdì 22 Febbraio si è concluso presso il Centro di Eccellenza per Aeromobili a Pilotaggio Remoto di Amendola (FG) il 21° corso per Operatori di Aeromobili a Pilotaggio Remoto Militari (APRM) di classe Mini e Micro, ovvero di peso inferiore ai 20 Kg, che fornisce l'addestramento teorico e pratico sulla conduzione degli APRM, necessario per garantire un uso efficace ed in sicurezza di qualsiasi drone della classe mini-micro.

Di recente, l'utilizzo di droni di classe mini-micro ha registrato una massiccia proliferazione sia in ambito civile che tra i diversi Enti dello Stato, grazie alla loro grande versatilità di impiego in attività di ricognizione e controllo del territorio, monitoraggio ambientale, ricerca e soccorso in caso di pubbliche calamità, ordine pubblico in occasione di grandi eventi.

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
anteprima logo RID Il video del primo test del MARTE ER

Il video del primo test del missile antinave leggero MARTE ER.

anteprima logo RID Nuovo radar per i CV-22 dell'USAF

Lo scorso 12 febbraio il Dipartimento della Difesa americano ha approvato l’erogazione di una terza tranche di 15 milioni di dollari di finanziamenti destinati all’Air Force per il programma SKR (Silent Knight Radar). 

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>