Argomento Selezionato: Cielo
anteprima Consegna alla Slovacchia del primo C-27J 31-10-2017

Secondo quanto reso noto dal Ministero della Difesa slovacco, oggi è prevista la consegna del primo velivolo da trasporto tattico Leonardo Velivoli C-27J. Il velivolo, che è atterrato presso la base di Kuchyna negli scorsi giorni, fa parte di un lotto di 2 esemplari ordinati dalla Slovacchia nel 2014. Il contratto comprende anche un pacchetto di supporto logistico quinquennale e prevede la consegna del secondo velivolo ad inizio 2018. Ulteriori approfondimenti su RID 12/17.

a cura di Redazione
anteprima Primo volo STOVL per l'F-35B italiano 31-10-2017

E' stato effettuato ieri il primo volo in modalità STOVL (decollo corto e atterraggio verticale) del primo F-35B italiano prodotto nello stabilimento di Cameri (foto Almos Castellazzi,  Cameri). Finora il velivolo, che aveva volato per la prima volta la settimana scorsa, era stato provato soltanto in modalità convenzionale. Per la precisione il test ha visto il velivolo effettuare un decollo corto ed un atterraggio convenzionale, ma anche provare la manovra di hovering. L’F-35B è caratterizzato dal rivoluzionario Lift System di Rolls Royce che si compone della grande ventola di sostentamento, di un massiccio albero di trasmissione, di ugelli più piccoli sulle semiali e della condotta di scarico orientabile verso il basso associata al motore Pratt & Whitney F-135. Non è ancora noto se il velivolo in questione verrà consegnato alla Marina Militare o all'Aeronautica Militare che, al momento, hanno pianificato di acquisire 15 F-35B ciascuna per un totale di 30 STOVL. L'aereo in questione, che è il nono realizzato da Leonardo nello stabilimento di Cameri, sarà consegnato alla Difesa italiana entro l'anno. Sempre entro la fine del 2017 verrà consegnato anche il decimo F-35 - in variante convenzionale, F-35A - prodotto dalla linea di Cameri, di proprietà della Difesa italiana ma affittata ad un Raggruppamento Temporaneo d'Impresa comprendente Leonardo e Lockheed Martin.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Primi dettagli sul nuovo caccia sudcoreano KF-X 26-10-2017

Nelle scorse settimane sono trapelati diversi dettagli sul design e sulla futura configurazione del caccia bimotore multiruolo di 4,5/5ª generazione KF-X, sviluppato dall’azienda sudcoreana Korea Aerospace Industries – KAI, nell’ambito di una partnership con l’Indonesia ed Indonesian Aerospace, con l’assistenza di Lockheed Martin. Concepito inizialmente con un design simile nelle dimensioni all’Eurofighter TYPHOON, negli anni il KF-X ha visto un progressivo cambiamento della propria struttura, con un incremento generale delle dimensioni (soprattutto lunghezza ed apertura alare). Tali modifiche appaiono confermate anche dall’ultimo disegno emerso durante l’ultimo salone sudcoreano ADEX 17 riguardante il prototipo C107. Rispetto al concept del C104 - scelto nel 2013 come base di sviluppo del programma KF-X,

a cura di Andrea Mottola
anteprima Il bombardiere B-21: segretezza e mistero 25-10-2017

Il nuovo bombardiere strategico americano Northrop Grumman B-21 RAIDER continua a restare avvolto da un velo di massima segretezza. Nonostante gli inviti ad una maggiore trasparenza, non ultimo quello del Senatore McCain, il velivolo mantiene un altissimo livello di classifica che non consente di fare luce quanto meno su alcune delle sue caratteristiche. Il programma ha superato la scorsa primavera la PDR (Prelimnary Design Review) ed il progetto è entrato nel vivo in vista della Critical Design Review (CDR). I programmi attuali prevedono la realizzazione di almeno 3 B-21 sperimentali, per i test e lo sviluppo, e l'acquisizione di 21 velivoli di preserie in 5 lotti LRIP (Low Rate Initial Production), per l'Operational Test and Evaluation. L’USAF ha di recente ufficialmente fissato in 100 il numero di RAIDER da acquistare, ma come risulta da audizioni di personale dell’USAF al Congresso e da alcuni studi del Pentagono, la reale esigenza oscillerebbe tra 145 e 165 velivoli. Del resto l’USAF, con il RAIDER non solo dovrà rimpiazzare 76 B-53 e 63 B-1, ma anche fronteggiare un'evoluzione dello scenario in senso sempre più convenzionale. Per il resto, delle caratteristiche del velivolo nulla ancora si sa. La configurazione è quella ad ala volante, come si evince dai pochi rendering disponibili, e 2 dei requisiti del velivolo sono la grande autonomia e l’elevato carico utile, ma niente volo supersonico (anche se sorprese possono sempre essere dietro l’angolo...), caratteristica che dovrà essere sacrificata se si vuole restare nel budget e se si vuole privilegiare gli altri 2 requisiti di cui sopra. Pochissima trasparenza anche sulla “timeline”. Inizialmente si parlava di una capacità operativa iniziale (IOC) nel 2025, ma recentemente, invece, per tale data si parla “semplicemente” di disponibilità dei primi velivoli con IOC spostata sul finire della decade. Una congettura che potrebbe indicare una crescita verso obbiettivi nuovamente più ambiziosi. Ed il mistero continua. Ulteriori approfondimenti su RID 12/17.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Vola il primo F-35B italiano 24-10-2017

Il primo F-35B in versione da decollo corto e atterraggio verticale ha effettuato oggi il primo volo dallo stabilimento di Cameri (nella foto 2 esemplari in variante convenzionale, F-35A, dell'Aeronautica). Non è ancora noto se il velivolo verrà consegnato alla Marina Militare o all'Aeronautica Militare che, al momento, hanno pianificato di acquisire 15 F-35B ciascuna per un totale di 30 STOVL. L'aereo in questione, che è il nono realizzato da Leonardo nello stabilimento di Cameri, sarà consegnato alla Difesa italiana entro l'anno. Sempre entro la fine del 2017 verrà consegnato anche il decimo F-35 - in variante convenzionale, F-35A - prodotto dalla linea di Cameri di proprietà della Difesa italiana, ma affittata ad un Raggruppamento Temporaneo d'Impresa comprendente Leonardo e Lockheed Martin. 

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Passaggio di consegne al CFSS 20-10-2017

Giornata densa di significato ed emozioni presso l'Aeroporto militare di Centocelle per la cerimonia di passaggio di consegne al vertice del Comando delle Forze di Supporto e Speciali (CFSS) tra il Generale di Divisione Aerea Roberto BOI, Comandante uscente ed il Generale di Divisione Aerea Gianpaolo MINISCALCO, Comandante subentrante. L'evento presieduto dal Generale di Squadra Aerea Fernando GIANCOTTI, Comandante della Squadra Aerea, ha visto la presenza del Comandante del C.O.I., Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, nonché degli ex Comandanti del CFSS.

a cura dell'Aeronautica Militare
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>