Argomento Selezionato: Terrorismo
anteprima Il voltafaccia che chiama sangue 29-06-2016

L'attacco all'aeroporto di Istanbul di ieri sera, al di là delle sue drammatiche conseguenze immediate, riporta in primo piano la questione della sicurezza della Turchia. Il Paese si dibatte in una crisi senza precedenti ed è alle prese con una minaccia variegata e di diversa origine che va dall'insurrezione curda, allo Stato Islamico alla galassia marxista, da sempre una nebulosa estremamente forte in Turchia. Sullo sfondo uno Stato prossimo all'autoritarismo dove esiste il monopolio politico di Erdogan e del suo partito e dove gli spazi di libertà sono ridotti al lumicino

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Volo Egypt Air: ipotesi bomba 24-05-2016

Sarebbe stata una "esplosione a bordo" a provocare il disastro dell'Airbus 320 Egypt Air precipitato nel Mediterraneo lo scorso 19 maggio sulla tratta Parigi Cairo. Lo sostiene il medico legale egiziano del team investigativo che ha esaminato i resti umani ritrovati finora (dichiarazioni smentite da altre fonti sempre di parte egiziana). Secondo il medico, le dimensioni dei resti - "non è stata trovata parte di corpo più grande di un braccio" - sarebbero compatibili con una deflagrazione anche se al momento non sarebbero state rilevate tracce di esplosivo

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Report OSDIFE sugli Eventi CBRNe nel Mondo 11-04-2016

L’Osservatorio Sicurezza e Difesa CBRNe, in collaborazione con il CUFS - Centro Universitario di Formazione per la Sicurezza dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e con il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell’Università di Roma “Tor Vergata”, nell’ambito delle attività volte al fattivo contributo per la promozione del confronto, dibattito e scambio di capacità, competenze ed esperienze relative alle politiche di sicurezza e difesa territoriale, invia in allegato il nuovo Report sugli Eventi CBRNe in Italia, in Europa e nel Mondo relativo al mese di Febbraio 2016.

a cura di Redazione
anteprima Bruxelles: logistica, esplosivi e intelligence 24-03-2016

Iniziano ad emergere le prime informazioni riguardanti sia l’identità degli attentatori di Bruxelles che le tecniche e i materiali utilizzati per l’assemblaggio degli esplosivi. Da una prima analisi, basata sia sul numero di vittime che sulla quantità di materiale rinvenuto in uno dei covi utilizzati dai terroristi, si può affermare che, rispetto a quanto avvenuto a Parigi, nel caso belga sono stati confezionati ordigni decisamente più “performanti” grazie, soprattutto, al supporto sul terreno e alla logistica di cui godono queste filiere che, ormai, rappresentano realtà strutturali sul territorio europeo

a cura di Andrea Mottola
anteprima L'Europa e il terrorismo di massa 23-03-2016

L'immagine che meglio di ogni altra rappresenta la tipologia di minaccia che stiamo affrontando oggi in Europa, è la fuga dai tetti di Salah durante il blitz di Forest. Cose del genere si vedevano a Belfast o a Londonderry ai tempi dell'IRA e del terrorismo di massa. Il terrorista che scappa attraverso i tetti e riesce a infilarsi in qualche appartamento da una finestra che un familiare o un simpatizzante gli apre. Altre persone che, pur non essendo terroristi/operativi, sono disposte a nascondere esplosivi o armi e altra ancora che pur sapendo non danno informazioni a polizia e forze di sicurezza

a cura di Pietro Batacchi
anteprima Stato Islamico: si pu˛ fare 04-01-2016

Il 1° maggio 2003 un trionfale George W. Bush, Presidente americano che s’incaricò di vendicare la strage dell’11/9, dalla portaerei ABRAHAM LINCOLN dichiarava: “Missione compiuta!”. Fu, quella contro l'Iraq del nemico Saddam, la vittoria di una guerra classica tra forze contrapposte e organizzate secondo i canoni degli eserciti moderni. Benissimo, ben fatto, ma dopo?

a cura di Geocrime Education Association
  1 2 3 4