Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Il Su-57 vola con il nuovo motore 12-12-2017

Durante un volo durato 17 minuti, effettuato lo scorso 5 dicembre, presso la base aerea di Zhukovsky, è stato testato per la prima volta il nuovo motore NPO Saturn Izdeliye 30 che dovrebbe equipaggiare il caccia russo di 5ª Generazione Su-57. 

a cura di Andrea Mottola
anteprima logo Aeronautica Italiana Riapre la pista di Trapani Birgi 11-12-2017

Sono terminati i lavori di manutenzione della pista dell’aeroporto militare, che riapre anche al traffico civile.

a cura dell'Aeronautica Militare
anteprima logo RID TYPHOON al Qatar: ci siamo 11-12-2017

Il Governo inglese e quello del Qatar hanno sottoscritto l'accordo per la fornitura all'Emirato del Golfo di 24 caccia Eurofighter TYPHOON dopo la selezione del velivolo prodotto dal consorzio Eurofighter avvenuta a settembre. Con la commessa del Qatar, il numero di Eurofighter TYPHOON ordinati raggiunge i 623 esemplari. L'accordo, di cui è prime contrator BAE Systems come nel caso dell'Oman, ha un valore complessivo di poco inferiore ai 7 miliardi di euro e comprende, oltre che la fornitura dei velivoli, anche supporto logistico e addestramento, nonchè un pacchetto di armamenti che include missili aria-superficie MBDA BRIMSTONE, aria-aria a lungo raggio MBDA METEOR – ma il wepoans package MBDA potrebbe prevedere pure missili land attack a lungo raggio STORM SHADOW e antinave MARTE ER (considerando che il Qatar ha già acquisito il MARTE ER per le batterie costiere) – e bombe a guida laser/satellitare Raytheon PAVEWAY IV. Le consegne inizieranno a partire dal 2022. La commessa avrà importanti ricadute pure in Italia, soprattutto per Leonardo, ma anche per altre aziende quali Elettronica – co-design autority assieme a Leonardo del sistema di autoprotezione elettronica PRAETORIAN - e AvioAero (che ha una quota di circa il 20% del consorzio Eurojet che produce il motore EJ-200). Leonardo, in particolare, è responsabile di circa il 35-36% del velivolo se si considerano le strutture (semiala sinistra e fusoliera posteriore), l'avionica (Leonardo guida il consorzio Euroradar responsabile del radar CAPTOR-M/E, e Eurofirst, responsabile del sistema di tracciamento IR dei bersagli, IRST, PIRATE) e pure l'integrazione del sistema d'arma. Secondo fonti di RID, gli Eurofighter TYPHOON qatarini avranno la medesima configurazione di quelli ordinati dal Kuwait. Dunque: standard Tranche 3A, radar AESA CAPTOR-E, weapons package spinto, ecc.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID Parte l'anti-drone nazionale 05-12-2017

Il Raggruppamento Temporaneo di Impresa costituito da Leonardo, Elettronica e IDS ha ufficialmente ricevuto il contratto per avviare lo sviluppo e la valutazione operativa di un sistema anti-drone nazionale (sistema che, a quanto ci risulta, dovrebbe essere gestito dall'Aeronautica Militare).

a cura di Redazione
anteprima logo RID Pronta la nuova variante del L-39C 30-11-2017

Lo scorso 20 novembre, l’azienda ceca Aero Vodochody ha comunicato la conclusione dello sviluppo della nuova variante dell’aereo d’attacco leggero/addestratore avanzato ALBATROS, denominata L-39CW.

a cura di Andrea Mottola
anteprima logo RID F-35 norvegesi: test estremi per il parafreno 28-11-2017

 

Il Maj. Jonathan “Spades” Gilber, F-35 test pilot dell’USAF, ha dimostrato la manovrabilità dell’F-35 Lightning II di Lockheed Martin durante i test a terra su pista ghiacciata presso la Air Force Base di Eielson, in Alaska. Il test fa parte della procedura di certificazione per il parafreno per i velivoli norvegesi e proseguirà nelle prossime settimane. Anche il Maj. Eskil Amdal, test pilot della Royal Norwegian Air Force, sta prendendo parte ai test.  Questa prova iniziale è la prima parte di un test in 2 fasi volto ad assicurare che l’F-35A sia in grado di operare in condizioni estreme. La seconda fase di test prevede l’utilizzo del parafreno durante le operazioni di atterraggio ed è prevista nel primo trimestre 2018 a Eielson. Il parafreno per l’F-35A è stato creato per essere montato su tutti gli F-35 norvegesi ed ha una configurazione aerodinamica in grado di assicurare che il velivolo possa mantenere le sue caratteristiche stealth durante il volo. La Norvegia e Lockheed Martin stanno lavorando con l’Olanda per lo sviluppo di questa capacità cruciale. Il parafreno era stato sottoposto a un test iniziale di schieramento su pista bagnata e asciutta presso la Air Force Base di Edwards, in California, all’inizio dell’anno.

a cura di Redazione
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>