Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID Alla Marina Militare il primo F-35B 16-01-2018

Finalmente è terminata l'incertezza sulla sorte del primo F-35B italiano (BL-1). Il velivolo andrà infatti alla Marina Militare alla quale sarà consegnato ufficialmente con una cerimonia che si terrà a Cameri il 25 gennaio e che vedrà la partecipazione anche del Capo di Stato Maggiore della Marina Amm. Walter Girardelli.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID La battaglia di Tripoli: segnali per Roma 16-01-2018

Mentre in Italia già divampa la campagna elettorale, e si dà il via libera alle nuove missioni in Niger, Tunisia e nella stessa Libia (quest'ultima una rimodulazione), all'aeroporto tripolino di Mittiga ieri è andata in scena una battaglia durissima combattuto con l'impiego di mezzi pensanti, lanciarazzi e artiglieria e che ha lasciato sul terreno decine di morti. La milizia Al Bugra, fedele all'ex Premier islamista Khalifa Ghwell e basata nella cittadina di Tajura,, 14 km ad est di Tripoli, ha attaccato il complesso dell'aeroporto per liberare alcuni prigionieri. Mittiga è controllato dalla RADA, la milizia guidata da Abdul Rauif Kara, uomo di Abdelhakim Belhadj (storico esponente del Gruppo Islamico Combattente Libico, riciclatosi in uomo...d'affari al servizio di Trchia e Qtar), una delle milizie che sostiene il Consiglio Presidenziale di Serraj. In soccorso degli uomini di Kara sono presto accorsi i miliziani della Brigata dei Rivoluzionari di Tripoli di Haithem Tajouri e i miliziani Abdul Ghani Al-Kikli, detto Ghneiwa, e l’attacco è stato respinto seppur al prezzo di perdite ingenti. Mittiga resta ancora chiuso, pare che almeno un pai

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID PIRANHA 5 per l’Esercito Rumeno 16-01-2018

GD European Land Systems – Mowag (GDELS) ha siglato un contratto con il Ministero della Difesa rumeno per la consegna di 227 blindati 8x8 PIRANHA 5, prodotti in 6 diverse configurazioni. L’appalto, il cui valore sfiora il miliardo di euro, è il più grande mai concluso dalla compagnia svizzera-americana. L’acquisto dei nuovi veicoli fa parte del piano di aggiornamento dei veicoli in dotazione alle Forze Armate rumene. Dei 227 previsti, 197 dei nuovi PIRANHA 5 verranno assemblati in Romania da Uzina Mecanic? Bucuresti (UMB), azienda specializzata nella costruzioni di veicoli blindati. Questa collaborazione fa parte di un più ampio progetto di cooperazione strategica, comprensivo di trasferimento tecnologico, le cui ricadute saranno utili al rilancio dell’economia nazionale. La Romania utilizza il PIRANHA sin dal 2006, dispiegato sia in missioni domestiche che all’estero, con risultati molto soddisfacenti.

a cura di Andrea Schiaffino
anteprima logo RID Il budget della Difesa giapponese 15-01-2018

Lo scorso 22 dicembre, il Governo giapponese ha approvato il budget per la Difesa 2018, documento che include un quantitativo record di stanziamenti - pari a 46,5 miliardi di dollari (5,19 triliardi di yen), corrispondente al 5% dell’intero budget nazionale (875 miliardi di dollari) – con un incremento dell’1,3% rispetto al budget del 2017.

a cura di Andrea Mottola
anteprima logo RID Leonardo vince in Europa con OCEAN 2020 12-01-2018

Leonardo si è aggiudicata il più importante progetto del primo bando di gara previsto dalla Preparatory Action on Defence Research (PADR) che anticipa l’European Defence Research Program (EDRP), le 2 iniziative che costituiscono la “finestra” ricerca dell’European Defence Fund (EDF). La PADR ha una durata triennale – 2017-2020 – e prevede uno stanziamento complessivo di 90 milioni di euro. Leonardo ha vinto con una proposta denominata OCEAN 2020 alla testa di un team di 15 Paesi europei con 42 partner, compresi i Ministeri della Difesa di Italia, Grecia, Spagna, Portogallo e Lituania e il supporto dei Ministeri della Difesa di Svezia, Francia, Regno Unito, Estonia e Olanda. Tra i partner industriali vanno menzionati tra gli altri Indra, Safran, Saab, MBDA, PGZ/CTM, Hensoldt, Intracom-IDE, Fincantieri e QinetiQ. Si tratta di una notizia di straordinaria importanza e valenza strategica perchè si tratta del primo e più “pesante” (in termini finanziari e operativi) progetto di ricerca militare dell’EDF e di un progetto che vede Leonardo coordinare altre importanti aziende europee della Difesa e ministeri della Difesa di diversi Paesi. Il progetto, inoltre, è strategico perchè consentirà di mettere a punto e rodare procedure e meccanismi in vista dell’avvio dell’EDPR, previsto nel 2020, che garantirà uno stanziamento di ben 500 milioni annui per la ricerca militare pura. OCEAN 2020 prevede di integrare piattaforme unmanned di diverso tipo (ala fissa, ala rotante, superficie e subacquee) con il CMS delle unità navali, prevedendo lo scambio dati via satellite con centri di comando e controllo a terra. Nell’ambito del progetto sarà anche dimostrato l’impiego congiunto e cooperativo di piattaforme con e senza pilota. Tali capacità innovative saranno impiegate per missioni di sorveglianza e interdizione marittima. La prima dimostrazione, pianificata nel 2019 in Mediterraneo, sarà coordinata dalla Marina Militare Italiana, e vedrà gli elicotteri senza pilota di Leonardo, AWHERO e SOLO, operare da unità navali italiane e cooperare con i sistemi di altri partner europei. La seconda dimostrazione, pianificata nel 2020 nel Baltico, sarà coordinata dalla Marina Militare svedese. Su RID 2/2018 sarà disponibile un ampio approfondimento sull'argomento.

a cura di Pietro Batacchi
anteprima logo RID Eurofighter TYPHOON italiani di nuovo in Estonia 11-01-2018

Ieri si è svolta ufficialmente presso la base di Amari, Estonia, la cerimonia ufficiale (al quale ha preso parte anche il Presidente della Repubblica Estone, Sig.ra Kersti Kaljulaid, nella foto) di avvicendamento tra un distaccamento di Eurofighter TYPHOON dell'AM ed un distaccamento di F-16 dell'Aeronautica Belga nell'ambito della missione Balitic Air Policy della NATO. Il distaccamento dell'AM è composto da 4 velivoli che resteranno in Estonia per 4 mesi. Quest'anno la NATO ha deciso di potenziare le missioni di pattugliamento degli spazi aerei dei Paesi membri – missioni che fanno parte del pacchetto delle cosiddette misure di rassicurazione adottate dall'Alleanza a partire dal 2014 – e l'Italia vi parteciperà con 8 velivoli ed un numero massimo di unità di personale pari a 250, ad un costo (fino al 30 settembre 2018) di 12,5 milioni di euro.

a cura di Redazione
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>