a cura dello Stato Maggiore Difesa
Operazione Atalanta: attività Nave Espero data: 21-04-2017 a cura di: Stato Maggiore Difesa

 

Il 19 aprile 2017, la fregata Espero, nell’ambito dell’ Operazione Antipirateria Atalanta, ha organizzato e svolto, nelle acque antistanti il porto di Bosasso, una serie di esercitazioni a favore di dieci rappresentanti della Polizia del porto.

 

L’attività addestrativa ha avuto inizio a bordo dell’Unità con una spiegazione teorica dei tre principali temi oggetto dell’addestramento per poi passare ad una fase pratica. In particolare, il personale somalo ha ricevuto un briefing sulle modalità e sugli elementi necessari per riconoscere un’ imbarcazione intenta a commettere atti di pirateria, nozioni di primo soccorso, e  metodi per mettere a mare e manovrare in sicurezza i mezzi minori.

 

Le attività di local maritime capacity building assumono un’importanza notevole in quanto permettono di rafforzare il rapporto di cooperazione e fiducia tra le Unità della Task force antipirateria e le forze marittime locali e si inquadra nelle attività di Local Maritime Capacity Building, con lo scopo di fornire ai paesi del Corno d’Africa le conoscenze per contrastare autonomamente il fenomeno della pirateria.

 

L'operazione Atalanta è stata istituita dall’Unione Europea nel 2008 con lo scopo di garantire sicurezza ai vitali traffici marittimi e agli equipaggi delle navi mercantili in transito nell’area del Corno d’Africa e Oceano Indiano. Inoltre, tra i compiti assegnati alla forza navale, rientrano anche quelli di scorta ai mercantili del World Food Programme (WFP) e il supporto, la formazione e l’addestramento delle marine dei Paesi rivieraschi dell’area, per il raggiungimento di una piena capacità marittima idonea a garantire la libera navigazione nei propri mari.

 

La notizia, corredata di galleria fotografica, è pubblicata sul Portale della Difesa raggiungibile dal seguente link

 


Condividi su: