LEONARDOFincantieriAvio
RID Articoli MeseViaggiCorso FI
logo Aeronautica Militarea cura dell'Aeronautica Militare
RID - Rivista Italiana Difesa 10-11-2017 Concluso il 7° corso INITIAL JOINT TARGETING data: a cura di:

Si è conclusa, per 15 frequentatori, la 7ª edizione del corso “Initial Joint Targeting”, interamente erogato in lingua inglese, a favore di Ufficiali e Sottufficiali, appartenenti all’Esercito, alla Marina e all’Aeronautica, destinati all’impiego presso elementi interforze di supporto o di Staff di un Comando Operativo o di un Joint Force Command (Comando delle forze in operazione).
Il corso, costantemente aggiornato secondo le innovazioni dottrinali nazionali e NATO di riferimento e recentemente inserito a catalogo tra i corsi offerti ai Paesi dell’Alleanza, si basa sul concetto operativo del “ciclo del Targeting”, inteso quale processo iterativo di valutazione a livello strategico e operativo degli obiettivi da perseguire, dei successivi risultati conseguiti e analisi della loro corrispondenza.

L'iter formativo è stato somministrato da personale interno alla Scuola con il supporto di insegnanti/conferenzieri del COI (Comando Operativo di Vertice Interforze) i quali, mettendo a disposizione il proprio know-how nell'attività di targeting, hanno consentito di mantenere elevato lo standard d'insegnamento nonché l'"up-to-date" dei quadri normativi.  

Inserito nell’Education and Training Opportunities Catalogue (ETOC), il catalogo dei corsi certificati ed offerti dall’ACT, il Comando Supremo con sede a Norfolk in Virginia (USA), responsabile per la formazione, la dottrina e la trasformazione dello strumento militare della NATO, il corso “Joint Targeting”, contribuisce ad ampliare ulteriormente l’offerta formativa che la Difesa, tramite l’Istituto interforze di Guidonia (RM), mette a disposizione dei Paesi appartenenti all’Alleanza Atlantica nel campo dell’Aerocooperazione.

La Scuola di Aerocooperazione è l’Istituto militare interforze di formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione di immagini telerilevate ed in quello della cooperazione aeroterrestre e aeronavale. Per la formazione e qualificazione dei Joint Terminal Attack Controller, il comandante della Scuola è la “National Certification Authority”. 
I corsi della Scuola di Aerocooperazione sono aperti, oltre che al personale militare delle Forze Armate, anche a personale esterno all’Amministrazione della Difesa ed al personale militare della NATO e dei Paesi partecipanti al programma internazionale di Partenariato per la Pace (PfP - Partnership for Peace).
La Mission della Scuola è fornire una formazione di eccellenza, unica nella Difesa, specializzando personale nazionale ed internazionale nei settori del Telerilevamento e dell’Aerocooperazione, ad opera di un organico altamente motivato e professionale ed attraverso l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, avendo, quale Vision, quella di mantenere un'offerta formativa di assoluta qualità, in un continuo e costante processo di miglioramento e adeguamento alle esigenze operative della Difesa, a pieno titolo inserita nel contesto internazionale. Professionalità e passione al servizio del Paese.


Condividi su: