a cura della Rivista Italiana Difesa
Quattro nuovi mezzi da sbarco per la MM data: 22-11-2017 a cura di: Eugenio Po

 

 

 

Dopo essersi aggiudicato, nella primavera di quest’anno, il contratto per la fornitura dei mezzi da sbarco destinati alla nuova unità da assalto anfibio portaelicotteri (tipo LHD) THAON DI REVEL destinata alla Marina Militare, il Cantiere Navale Vittoria di Adria (Ro) ha iniziato la realizzazione di queste nuove unità. Tali mezzi, denominati LC23 (Landing Craft 23), che saranno lunghi 23.8 m, larghi (fuori tutto) 6.6 m e alti 2.8 m, opereranno dal bacino allagabile della THAON DI REVEL ed avranno il compito di trasportare, uomini, mezzi e materiali sulla spiaggia. Gli LC23, che costituiscono un’evoluzione dei mezzi da sbarco costruiti nel 2007 dal Cantiere Navale Vittoria per la Marina Militare (ed anche delle unità fornite, nel 2011 alla Marina Algerina), potranno raggiungere una velocità massima di 22 nodi, avranno un dislocamento di 140 t e una capacità di carico pari a 60 t. Ogni mezzo sarà, infatti, in grado di trasportare un carro da combattimento (MBT, Main Battle Tank) ARIETE o diverse combinazioni di veicoli blindati più leggeri oppure fino a 300 soldati. La consegna delle 4 unità da sbarco è prevista per il 2021. Maggiori dettagli su RID 01/18.


Condividi su: