LEONARDOFincantieriAvio
RID Articoli MeseViaggiCorso FI
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 14-12-2017 La HMS OCEAN destinata alla Marina brasiliana data: a cura di:

Lo scorso 1 dicembre, il Ministero della Difesa brasiliano ha ottenuto dal Governo l’autorizzazione per l’avvio dei negoziati per l’acquisizione dell’unica portaelicotteri britannica, nonché ammiraglia della Royal Navy, HMS OCEAN. La nave, che ha da pochi giorni concluso quella che va considerata la sua ultima missione, fungendo da nave ammiraglia dello Standing Maritime Group 2 della NATO nelle operazioni di pattugliamento del Mediterraneo orientale - unite ad alcune attività di addestramento congiunto con le forze israeliane - aveva suscitato l’interesse prima della Turchia e, ad inizio 2017, dello stesso Brasile che ne aveva chiesto la cessione per far fronte alla dismissione della propria portaerei SAO PAULO. Secondo il programma della RN, la OCEAN sarà decommissionata il prossimo 31 marzo, dopo esattamente 20 anni di servizio, ma nel frattempo gli ufficiali della Marina brasiliana potranno ispezionarla in attesa di ricevere il definitivo via libera all’acquisto da parte degli Stati Uniti, tenuto conto che la nave è equipaggiata con diverse componenti di fabbricazione americana, tra cui 3 sistemi CIWS  Raytheon Mk 15 Phalanx Block 1B che non sono inseriti nella trattativa di vendita. Brasilia conta di perfezionare l’accordo nella prima metà del 2018 ed effettuare una revisione completa del sistema propulsivo e delle dotazioni di bordo (sistemi d’arma e sensoristica) e le necessarie attività di addestramento e manutenzione nel Regno Unito durante il 2019, in modo da averla operativa entro la seconda metà del 2020. Il costo dell’acquisizione dovrebbe aggirarsi intorno agli 84,6 milioni di sterline (96,1 milioni di euro) che verranno pagati in forma rateizzata secondo il piano di pagamenti ipotizzato dalle autorità brasiliane, somma che dovrebbe includere i costi per la probabile sostituzione del sistema propulsivo diesel Crossley-Pielstick V12 e del sistema antincendio, non modificati durante l’ultimo refit avvenuto tra 2012 e 2014 ad un costo di circa 65 milioni di sterline. Per quanto riguarda il nome, una volta inserita nella flotta brasiliana, la nave dovrebbe chiamarsi MINAS GERAIS (lo stesso dato alla prima portaerei brasiliana, ex HMS VENGEANCE) mentre l’alternativa maggiormente accreditata, RIO DE JANEIRO, dovrebbe essere riservata ad una portaerei di possibile futura acquisizione.

Unita all’attuale LPD Bahìa (ex francese Siroco), la OCEAN incrementerà notevolmente le capacità aeree e di assalto anfibio della Marina brasiliana, potendo accogliere, senza restrizioni, l’intera gamma di elicotteri attualmente in servizio (AS-332F-1 SUPER PUMA, EC-725 SUPER COUGAR, SUPER LYNX Mk.21A e SH-60 SEAHAWK), per un totale massimo di 18 velivoli, ed un battaglione rinforzato – secondo la denominazione brasiliana – di 830 Marines a grandi distanze. D’altro canto, la vendita della OCEAN, per la quale non è previsto un rimpiazzo, causerà un’enorme deficit capacitivo per la Royal Navy - almeno fino alla piena entrata in servizio delle portaerei classe QUEEN ELIZABETH, prevista per il 20/21, per le quali la SDR del 2015 aveva previsto una sorta di “upgrade” per le operazioni anfibie dei Royal Marines - che vedrà limitare sensibilmente le proprie capacità anfibie e, di conseguenza, la propria forza di proiezione ed efficacia.


Condividi su: