LEONARDO RID Articoli Mese Fincantieri Viaggi Avio Corso FI
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 25-05-2018 I seeker italiani di MBDA data: a cura di:

Dal 2001, anno di creazione della società missilistica MBDA, MBDA Italia ha la leadership della Divisione Seeker del gruppo europeo. Negli ultimi 30 anni, nel settore dei sensori a radiofrequenza (o seeker RF), la realtà industriale italiana è infatti riuscita a passare dall’essere un comprimario ad un ruolo di eccellenza consolidato e riconosciuto in ambito europeo. Negli anni ‘90, con l’inizio dei grandi programmi di cooperazione multinazionale ASTER e METEOR, lo scenario industriale del Vecchio Continente era dominato da Thales (ancora oggi una solida e competitiva realtà in Francia) che si imponeva come leader indiscusso nel settore della sensoristica, con poche altre aziende che mantenevano un'attività di un certo rilievo in tale campo (tra queste ricordiamo GEC Marconi nel Regno Unito e Selenia/Alenia Difesa nel nostro Paese). In Italia, grazie al supporto costante dell’Amministrazione Difesa italiana a scelte lungimiranti ed ai finanziamenti stanziati per i programmi di cooperazione sopracitati, lo scenario industriale è profondamente migliorato. Il grande bagaglio di esperienze acquisito nell’ambito dei programmi di cooperazione multinazionali ha portato MBDA Italia a diventare un’eccellenza europea nel settore dei seeker radar (o RF). Per tutti i 17 anni di vita del gruppo le rilevanti capacità nel settore hanno infatti permesso ad MBDA Italia ed al sito del Fusaro (Napoli) di confermare il suo ruolo di centro d’eccellenza per i seeker radar di tutto il gruppo MBDA distinguendosi sia nella progettazione sia della realizzazione dei suddetti apparati, e consolidandosi come una delle realtà più importanti d'Europa. A tale proposito ricordiamo che oggi MBDA Italia detiene la design authority dei seeker radar destinati ai principali progetti multinazionali del gruppo MBDA. Fondamentalmente si tratta di 2 dei più importanti programmi europei, cioè quello del missile superficie/aria a media gittata ASTER (frutto di una collaborazione franco-italiana) e quello del missile aria/aria a media/lunga gittata (BVR, Beyond Visual Range) METEOR (quest'ultimo nell'ambito di un progetto portato avanti, oltre che dall'Italia, anche dal Regno Unito, dalla Francia, dalla Svezia e dalla Germania). Inoltre, presso lo stabilimento del Fusaro sono collocate le linee di produzione di questi 2 seeker con ritmi costruttivi che ne fanno una delle più importanti linee di assemblaggio d'Europa (ed una delle più significative al mondo).

Tutto l'articolo è disponibile su RID 6/18.


Condividi su: