LEONARDO
RID Articoli Mese
logo Aeronautica Militarea cura dell'Aeronautica Militare
RID - Rivista Italiana Difesa 29-08-2018 La Canadian Air Force visita il 61° Stormo data: a cura di:
Mercoledì 29 agosto una delegazione della Royal Canadian Air Force, l’aeronautica militare del Canada, ha fatto tappa al 61° Stormo di Galatina (LE). Accolti al loro arrivo dal Comandante, il Colonnello Alberto Surace, i visitatori hanno concentrato la loro attenzione sulla cosiddetta fase 4 o Lead In to Fighter Training (LIFT),addestramento al volo propedeutico al successivo impiego operativo per i piloti militari neo-brevettati, incentrato sul sistema addestrativo integrato associato al velivolo T346A.
Particolare interesse hanno suscitato le capacità Live, Virtual and Constructive (LVC) sviluppate in seno allo Stormo, non solo di generare in modo virtuale ambienti operativi estremamente complessi, ma addirittura di connettersi al network dei velivoli reali effettuando missioni congiunte. Le capacità del sistema sono state testate durante la visita al Full Mission Simulator sul cui schermo gli ospiti hanno potuto osservare un velivolo in volo reale pilotato da un istruttore dello Stormo, con a bordo uno degli stessi ufficiali canadesi. 
Quello utilizzato dall’Aeronautica Militare italiana per assicurare l’eccellenza nel settore dell’addestramento avanzato al volo è un sistema all’avanguardia, peraltro made in Italy, che presenta requisiti tecnologici unici nel panorama internazionale: questo spiega l’interesse delle forze aeree di tutto il mondo nei riguardi dell’aeroporto militare di Galatina. Oltre alla significativa riduzione di costi che scaturisce dalla diminuzione delle ore di volo reale verso i sofisticatissimi simulatori, il sistema consente di ottenere un sostanziale decremento dell’impatto sull’ambiente permettendo la realizzazione di un addestramento sostenibile.
Il 61° Stormo, dipendente dal Comando Scuole A.M./3ª Regione Aerea di Bari, ha il compito di provvedere all’addestramento al volo su aviogetti:
•  di fase II -  comune a tutti gli allievi piloti militari, è finalizzata alla individuazione delle linee su cui voleranno (velivoli da combattimento, pilotaggio remoto RPA, elicotteri, trasporto);
•  di fase III - rivolta esclusivamente agli allievi piloti selezionati per le linee “Fighter” e “RPA”, si conclude con il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare;
•  di fase IV - propedeutica al successivo impiego sui velivoli da combattimento (il corso è denominato Lead In to Fighter Training – LIFT);
•  dei piloti militari da qualificare Istruttori di Volo sui jet (Pilot Instructor Training- PIT).
Attualmente il 61° Stormo ospita personale navigante proveniente da ben otto nazioni straniere tra cui Stati Uniti, Spagna e Francia.

Condividi su: