LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 13-03-2019 Carri ALTAY per il Qatar Dalla Turchia l'annuncio, ma per ora non ci sono conferme dal Qatar data: a cura di:


Dalla Turchia arrivano notizie secondo cui il Qatar avrebbe firmato un accordo con Ankara per l'acquisto di 100 carri armati ALTAY, di cui 40 da consegnare entro 2 anni. L'annuncio è stato dato dal Vice-Presidente del Partito turco Giustizia e Sviluppo (AKP), Ihsan Yavuz. L'AKP è il partito al potere in Turchia, fondato dal presidentissimo Erdogan.

Al momento non sembra esserci alcun comunicato ufficiale da parte del governo del Qatar, né da parte dell'industria, e il valore del contratto rimane ignoto. Secondo Yavuz, però, la produzione dei carri per il Qatar partirà a breve. L'ALTAY è prodotto dal gruppo turco-qatarino BMC, che in gennaio ha avviato la costruzione di una nuova grande fabbrica in Turchia, nella provincia di Sakarya. Nel novembre 2018, la Presidenza Turca per l'Industria della Difesa (SSB), ha siglato con BMC il primo contratto di produzione per un batch di 40 carri per l'Esercito Turco, con la consegna del primo prevista in circa 18 mesi. A questi dovrebbero seguire altri 210 veicoli, con piani a lungo termine per altre 3 tranche produttive da 250 veicoli l'una, per un totale di 1000 MBT.

I veicoli dei primi batch, sia per la Turchia sia per il Qatar, useranno il motore MTU da 1.500 HP prodotto in Germania, mentre i successivi impiegheranno un nuovo powerpack sviluppato in Turchia sempre da BMC, che ha ricevuto il relativo contratto nel febbraio 2018. Un precedente tentativo di sviluppare un powerpack nazionale, guidato da Tumosan, era fallito quando il partner austriaco AVL List GmbH si era ritirato a seguito dell'embargo imposto sulla Turchia.



Condividi su: