LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 12-04-2019 Confermate 6 fregate MEKO-200 per l’Egitto Un contratto del valore di 2,3 miliardi di euro data: a cura di:

 

Dopo mesi di trattative, il Parlamento tedesco ha dato il via libera definitivo all’acquisto da parte egiziana di 6 fregate tipo MEKO A-200, della Thyssenkrupp Marine Systems (TKMS). Un primo accordo, a gennaio, aveva confermato solo una unità, del valore di 500 milioni di euro, con una seconda in opzione; e non è ancora chiaro se quello annunciato nei giorni scorsi, del valore di 2,3 miliardi di euro, sia aggiuntivo o inglobi quello precedente. L'effettivo sviluppo del programma sarà infatti definito solo in fase di chiusura del contratto, poiché alcune fonti parlano di 2 lotti di 3 unità, altre di 4 unità aggiuntive alle prime 2, di cui almeno una da costruirsi in Egitto con assistenza tedesca, e trasferimento di know-how. Va ricordato come l’ammodernamento della componente di superficie della flotta egiziana sia stato avviato nel 2015 con l’acquisizione, direttamente dalla Francia, di una FREMM destinata alla Marina Francese, e delle 2 LHD tipo MISTRAL inizialmente acquistate dalla Russia e poi “sequestrate” dopo la crisi russo-ucraina come parte delle sanzioni imposte contro Mosca. Dal 2017 al 2020 sono inoltre in consegna 4 corvette tipo GOWIND, per le quali erano anche in corso trattative l'acquisizione di una terza coppia, poi arenatesi. Da sostituire ci sono 4 fregate e 3 corvette di vari modelli e provenienza (Stati Uniti, Spagna, Corea del Sud, Cina) realizzate tra anni ’70 e ’80, e in prospettiva 4 coeve fregate tipo PERRY ex US Navy, trasferite all’Egitto nel 1996-1998. L'Egitto si era già affidato alla cantieristica tedesca per il rinnovo della componente subacquea, con l'ordine di 4 battelli Type-209/1400, in consegna dal 2017.


Condividi su: