LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Procede l’assemblaggio del primo prototipo dell'addestratore turco HURJET

Sta procedendo in modo abbastanza rapido l’assemblaggio del primo prototipo del futuro addestratore avanzato di produzione turca HURJET. 

anteprima logo RID La Giordania acquisterà 8 F-16 Block 70

La Giordania ha finalizzato l’ordine di acquisizione per 8 caccia multiruolo F-16V Block 70 di nuova produzione. 

anteprima logo RID Un LUH armato per l’EI?

A quanto ci risulta (e come avevamo già anticipato in passato) l’AVES starebbe pensando sempre più seriamente ad armare i suoi elicotteri AW-169M LUH (Light Utility Helicopter) o UH-169B, secondo la designazione dell’EI. L’armamento dovrebbe essere incentrato su razziere e pod con mitragliatrici, queste ultime tipo M-3M della FN Herstal in calibro 12,7 mm. L’idea di armare gli LUH, un provvedimento al quale l’Esercito aveva pensato sin dall’inizio del programma (e che condividiamo totalmente), sarebbe stata rafforzata da una serie di considerazioni di ordine pratico. Sostanzialmente, infatti, il numero degli elicotteri armati a disposizione dell’AVES si sta riducendo. Sul versante delle macchine da Esplorazione e Scorta (EES), l’AVES ha infatti un programma di acquisizione di 48 AH-249, 48 elicotteri che andranno a rimpiazzare i 60 AH-129 MANGUSTA acquisiti originariamente. È quindi abbastanza probabile che, dati i numeri ridotti di AH-249, l’AVES si possa trovare a corto di macchine armate e che quindi un UH-169B con razzi e mitragliatrici potrebbe rivelarsi estremamente utile. Gli LUH armati potrebbero essere impiegati per accompagnare i nuovi AH-249 fornendo ulteriore supporto di fuoco o, in scenari più “tranquilli”, potrebbero essere impiegati da soli. Inoltre, ricordiamo anche che in passato l’AVES disponeva di AB-205 armati di razziere (da 70 mm) e mitragliartici M-134 (nell’ambito del sistema d’arma USA tipo M-21): poiché l’LHU è destinato a rimpiazzare l’AB-205 (insieme a tutte le altre macchine medio/leggere dell’EI come l’AB-206, l’A-109, l’AB-212 e l’AB-412) è abbastanza logico che una parte degli UH-169B venga dotata di razzi e mitragliatrici. Con la coppia AH-249/UH-169B armato, quindi, l’AVES potrebbe disporre di un mix high-low esattamente come ciò che è già oggi nelle fila dell’ALAT francese (con il binomio TIGRE/GAZELLE armato).

anteprima logo RID Atterrato a Ghedi il primo F-35A in carico al 6° Stormo

Stamattina è atterrato sulla pista dell’Aeroporto Militare “Luigi Olivari” di Ghedi il primo Velivolo F-35A, identificato dal numero di “tail” 6-01, assegnato al 6° Stormo dell’Aeronautica Militare. Alla cerimonia hanno partecipato il Generale di Squadra Aerea Alberto Biavati, Comandante della Squadra Aerea, il Generale di Divisione Aerea Francesco Vestito, Comandante della 1ª Regione Aerea e del Comando Forze da Combattimento, e il Comandante del 6° Stormo, “Diavoli Rossi”, Colonnello Giacomo Lacaita. L’F-35A rimpiazzerà in seno al reparto il cacciabombardiere TORNADO. A regime, il 6° Stormo dovrebbe avere 2 gruppi equipaggiati con l’F-35A: il 102° ed il 154°.

anteprima logo RID Completata integrazione del nuovo radar SABR sugli F-16 dell’ANG

USAF e Northrop Grumman hanno completato l’upgrade del sistema radar degli F-16C/D FIGHTNING FALCON dell’Air National Guard con il nuovo sistema a scansione elettronica APG-83 SABR (Scalable Agile Beam Radar) in banda X (frequenze tra 8 e 12,5 Ghz). 

anteprima logo RID I primi F-35A finlandesi saranno basati in Lapponia

Secondo quanto comunicato dalla Difesa finlandese, il primo reparto di F-35A sarà basato a Rovaniemi e posto sotto il Comando Aereo Lappone a partire dal 2026. 

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>