LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Un radar AESA per i B-52H

Boeing ha selezionato Raytheon come fornitrice dei nuovi radar a scansione elettronica attiva, AESA, destinati ai 76 bombardieri strategici B-52H STRATOFORTRESS dell’USAF. Secondo il contratto – il cui valore non è stato comunicato - l’azienda si occuperà della progettazione, dello sviluppo, della produzione e del supporto di tali sistemi che dovrebbero essere basati sulla stessa tecnologia della famiglia di radar APG-79/82, utilizzati sulla flotta di cacciabombardieri F-15E STRIKE EAGLE ed F/A-18 SUPER HORNET/EA-18G GROWLER. Il nuovo radar incrementerà le capacità di navigazione, mappatura, detezione e ingaggio simultaneo di bersagli multipli dei B-52H, rispetto all’attuale sistema a scansione meccanica Northrop Grumman AN/APQ-166, il cui ultimo upgrade risale a circa 30 anni fa. L’incremento nel raggio di detezione dei bersagli, consentirà di poter sfruttare appieno tutto l’inviluppo di volo dei cruise lanciabili dal velivolo, a cominciare dai Lockheed Martin JASSM. Inoltre, in aggiunta alle funzioni base citate, il sistema AESA potrebbe fornire ai vecchi bombardieri avanzate capacità di guerra elettronica e di trasmissione dati a lunga distanza ad altre piattaforme. La produzione a basso rateo dovrebbe partire nel 2024 e i radar equipaggeranno gli STRATOFORTRESS fino al loro ritiro dal servizio, previsto negli anni ’50.

anteprima logo RID Leonardo, certificato l'elicottero TH-119

Leonardo ha annunciato oggi che il suo nuovo elicottero da addestramento TH-119 ha ottenuto la certificazione americana da parte della FAA (Federal Aviation Administration). Il TH-119 è l’unico elicottero monomotore al mondo attualmente certificato per operare secondo le regole del volo strumentale IFR (Instrument Flight Rules). Basato sull’AW119, modello di grande successo sul mercato americano e mondiale, il TH-119 viene offerto da Leonardo alla U.S. Navy per la sostituzione dei TH-57 da addestramento della Forza Armata, programma denominato Advanced Helicopter Training System TH-73 (precedentemente noto come TH-XX). La certificazione IFR è per l’appunto uno dei requisiti fondamentali di tale programma. Una decisione dell’US Navy è attesa nei primi mesi del prossimo anno ed, in caso di selezione del TH-119, presso lo stabilimento produttivo di Leonardo a Philadelphia potrebbero essere realizzate fino a 130 macchine. Proprio a Philadelphia vengono infatti già prodotti gli AW119 per i clienti di tutto il mondo. Tutti i dettagli su RID 9/19.

anteprima logo RID L’Australia cerca un rimpiazzo del TIGER

L’Australia ha emesso una richiesta di informazioni per il programma “Land 4503” riguardante l’acquisizione di 29 nuovi elicotteri d’attacco che andranno a sostituire i 22 TIGER ARH da ricognizione armata a partire dal 2025, anno in cui scadrà il recente contratto di supporto firmato da Airbus e Australian Army. Nella richiesta ufficiale, Canberra indica i requisiti del velivolo che dovrà essere: impiegabile in missioni di ricognizione armata in scenari profondamente contestati; compatibile con l’utilizzo prolungato a bordo delle 2 unità d’assalto anfibie classe CANBERRA; già in servizio (ma anche le fregate dovevano esserlo e poi si è scelto le Type 26...); compatibile per il trasporto a bordo dei C-17 della RAAF; infine, che abbia capacità MUM-T (Manned Unmanned Teaming) (in particolare con gli MQ-9 REAPER in via di acquisizione nell’ambito del programma “Air 7003”). Il TIGER non ha mai particolarmente soddisfatto l’Australian Army che, dal 2016, poco dopo il raggiungimento della piena capacità operativa, ne ha richiesto la sostituzione adducendo problemi relativi alla scarsa disponibilità operativa, agli alti costi di manutenzione dei motori ed ai problemi logistici. Alla RFI dovrebbero aver risposto tutte le principali aziende elicotteristiche: da Airbus, a Boeing, che potrebbe proporre l’AH-64E GUARDIAN, passando per Leonardo, che potrebbe offrire l’AW-249 (da tempo si vocifera dell’interessa australiano per la nuova macchina d’attacco dell’EI). Dettagli e approfondimenti su RID 9/19.

anteprima logo RID Israele riceve altri 2 F-35A

L’Aeronautica israeliana ha ricevuto altri 2 caccia multiruolo F-35A. I velivoli sono arrivati nella base di Nevatim, nel Negev, dove hanno affiancato i 14 esemplari attualmente in servizio. Entro l’anno l'Aeronautica Israeliana dovrebbe ricevere altri 4 F-35A. Al momento Israele ha ordinato 50 F-35A ed ha già utilizzato il velivolo nelle operazioni in Siria contro obbiettivi iraniani e governativi.

anteprima logo RID Operativo l’MQ-8C FIRE SCOUT

L’elicottero non pilotato Northop Grumman MQ-8C FIRE SCOUT ha raggiunto la capacità operativa iniziale. Il velivolo, basato sulla cellula del Bell 407, affiancherà il cugino MQ-8B, basato sulla cellula del più piccolo Schweizer 333, per operare dal ponte delle unità di superficie, a cominciare dalle LCS. Rispetto all’MQ-8B, l’MQ-8C ha maggiore autonomia, 12 ore contro 8 ore, quota operativa, 16.000 piedi contro 12.5000 piedi, e velocità massima: 115 nodi contro 80 nodi. Ovviamente è superiore pure il payload. Di serie, inoltre, è equipaggiato con un datalink per il MUM- (Manned Unmanned Teaming) con gli elicotteri MH-60 SEAHAWK. Al momento il FIRE SCOUT-C è equipaggiato con il radar AESA a facce fisse Leonardo OSPREY. Per quanto riguarda l’equipaggiamento, l’MQ-8C dovrebbe essere armato con razzi guidati APKWS, ma presumibilmente anche con missili HELLFIRE o, ancora, con i più leggeri GRIFFIN. Ulteriori dettagli su RID 9/12.

anteprima logo RID Altri 18 Su-30MKI per l’India?

L’India ha richiesto alla Russia la vendita di altri 18 caccia pesanti multiruolo Su-30 MKI. I velivoli, che verrebbero prodotti localmente sulla base di kit inviati dalla Russia, si affiancherebbero ai circa 250 Su-30 MKI già in servizio con l’Aeronautica Indiana, su un totale ordinato di 272, dei quali 222 realizzati su licenza.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>