LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Geostrategia
anteprima logo RID Libia: dopo Sirte il solito caos

Ad un mese dall’inizio dei raid statunitensi a supporto dell’offensiva misuratina BUNYAN MARSOOS (STRUTTURA SOLIDA) nell’area di Sirte, la situazione sul campo sembra aver seguito il copione atteso, con le restanti forze di Daesh (non più di 250 uomini) arroccate all’interno di una decina di edifici di un’unica zona della città, il cosiddetto “quartiere 3”, situato nell’area centrorientale di Sirte. Le forze di Daesh si sono riversate in questa zona dalla periferia meridionale, dopo la perdita del complesso congressuale Ouagadogou, precedentemente la base operativa di ISIS in città, persa così come la zona ospedaliera Ibnou Sina e quella universitaria

anteprima logo RID NATO: articolo 5 per gli attacchi cyber

Dalla Ministeriale NATO è arrivato anche il via libera alla trasformazione del cyberspazio in un dominio operativo suscettibile anche di provocare l'attivazione dell'articolo 5. Il Segretario Generale dell'Alleanza Stoltenberg ha peraltro prudentemente osservato come in questa dimensione gli autori degli attacchi siano spesso di difficile identificazione e comunque l'attivazione dell'articolo 5 vada intesa soprattutto come apporto dell'Alleanza alla protezione dei suoi Stati membri. Non dovrebbero derivarne maggiori implicazioni di natura militare.

anteprima logo RID Libia: grandi manovre a Tripoli

Da qualche giorno a Tripoli regna il caos.

anteprima logo RID La mossa di Putin: via le truppe dalla Siria

Sorprendendo molti, ma non tutti..., il Presidente Putin ha annunciato il ritiro della gran parte delle truppe russe operanti in Siria. La decisione del Cremlino è stata giustificata con il raggiungimento degli obbiettivi sul campo ed alla luce del processo di pace tra le parti in conflitto che sembra ripartire su nuove basi a Ginevra

anteprima logo RID I fatti di Sabratha e il ruolo delle milizie

La dinamica di quanto avvenuto a Sabratha, con l'uccisione in uno scontro tra miliziani dello Stato Islamico e di Alba Libica, coalizione di milizie che sostiene il Governo di Tripoli, dei 2 tecnici italiani rapiti e la liberazione degli altri 2, non è ancora chiara. Anzi, se vogliamo si presenta più oscura di ieri

anteprima logo RID Tutte le incognite dell'intervento in Libia

Come dimostra la drammatica, ancora non confermata, uccisione in uno scontro tra miliziani dello Stato Islamico e di Alba Libica dei 2 tecnici italiani rapiti a Sabratha, la situazione in Libia continua a peggiorare. Se si formasse un nuovo governo unitario libico e questo chiamasse un intervento internazionale di assistenza, lo scenario si presenterebbe comunque molto complesso. Tutte da verificare, infatti, sarebbero le condizioni politiche, a cominciare dal grado di appoggio che questo governo potrebbe avere non solo nei 2 attuali governi, ma anche tra i principali attori della guerra civile libica che costituiscono gli "azionisti" degli stessi governi di Tripoli e Tobruk

<< Prev. 9 10 11 12 13 14 15 16