LEONARDO
Viaggi RID
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID GEM elettronica: radar e non solo

A San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), nelle Marche, quasi al confine con l’Abruzzo, ha la sua sede GEM elettronica, società fondata nel 1977 da Giuseppe Merlini. L’azienda è specializzata in radar, apparati optronici, sistemi cartografici, di navigazione inerziale e di comando e controllo. Negli ultimi anni l'azienda, che nasce come centro di sviluppo e di produzione di radar e, più in generale, di apparati destinati al settore navale (militare e civile), ha costantemente ampliato il suo portafoglio prodotti. Pur avendo già trattato in passato alcune delle realizzazioni più significative dell’azienda in maniera piuttosto dettagliata (vedi RID 04/2011 pagg. 76-81), abbiamo ritenuto, alla luce delle numerose novità in fase di sviluppo, di tornare a scrivere di questa realtà, aiutati anche da una recente visita presso gli stabilimenti di GEM associata ad un lungo colloquio con il suo Presidente, l’Ing. Antonio Bontempi, e con buona parte della dirigenza. Oggi GEM elettronica, che rimane fortemente legata alla realtà locale ove è nata e si è sviluppata, ha circa 130 dipendenti e dispone di 2 stabilimenti. Oltre alla sede centrale situata proprio a San Benedetto del Tronto, l’azienda ha raggruppato gran parte delle sue capacità produttive a Centobuchi di Monteprandone, sempre in provincia di Ascoli Piceno, ad una quindicina di chilometri dal Quartier Generale. L’azienda, come molte altre PMI italiane, ha riscosso notevoli successi nel nostro Paese (Ministero della Difesa, Marina Militare, Esercito, Carabinieri, Polizia, Capitanerie di Porto - Guardia Costiera e Guardia di Finanza sono tutti clienti di GEM elettronica), esportando molti dei suoi prodotti anche fuori dai confini nazionali. GEM elettronica ha infatti venduto i propri sistemi nelle seguenti nazioni: Albania, Argentina, Bangladesh, Cina, Croazia, Isole Faroe, Francia, Georgia, Germania, Regno Unito, Grecia, Paesi Bassi, India, Indonesia, Libia, Malta, Malesia, Marocco, Norvegia, Oman, Pakistan, Qatar, Romania Singapore, Sri Lanka, Turchia, Emirati Arabi Uniti, USA e Venezuela. Avendo iniziato le proprie attività con i radar nautici ed i prodotti navali, GEM mantiene comunque un portafoglio prodotti più ampio (e maggiori competenze) in questo campo, tuttavia, come accennato, l’azienda è cresciuta molto anche nel settore terrestre e in quello aeronautico.A tale proposito la gamma dei prodotti/sistemi di GEM elettronica è suddivisa in 4 aree ben definite ciascuna con le proprie peculiarità. Sostanzialmente GEM distingue tra i Sistemi di Difesa (Defence Systems) per applicazioni militari (soprattutto navali ma anche terrestri), gli apparati per la Sorveglianza e l’Homeland Security (Surveillance & Security) per applicazioni militari e civili, i Sistemi e Sensori destinati alla Guida, alla Navigazione e al Posizionamento (Guidance, Navigation & Positioning) per applicazioni militari e civili ed i prodotti elettronici navali (Marine Electronics) destinati al mondo civile.

anteprima logo RID Gli F-35A dell'USAF ad Aviano

Tra il 23 ed il 24 maggio sono giunti ad Aviano 12 caccia F-35A LIGHTNING II dell’USAF appartenenti al 388 Fighter Wing ed al 419° Fighter Wing della Riserva, entrambi di stanza a Hill. 

anteprima logo RID I GRIPEN C/D in servizio fino a fine anni ‘30?

L’Aeronautica svedese potrebbe mantenere in servizio i caccia multiruolo JAS-39C/D GRIPEN almeno fino alla seconda metà degli anni ’30.

anteprima logo RID Al via i test per il BriteCloud sui Typhoon della RAF

il Ministero della Difesa UK effettuerà test in volo con il BriteCloud di Leonardo nel Regno Unito e negli Stati Uniti per autorizzarne l’impiego operativo sulle flotte dei Typhoon entro il 2019. Lo scorso anno il sistema è entrato in servizio a bordo dei Tornado GR4 della RAF. Il BriteCloud è un dispositivo di ridotte dimensioni, basato su tecnologia “Active Expendable Decoy” (EAD), che protegge gli aerei da combattimento dalle minacce a guida radar più sofisticate. Leonardo è il principale fornitore di sistemi di protezione elettronica per velivoli militari nel Regno Unito

anteprima logo RID Turchia, inizia il training sull’S-400

Il Ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha annunciato l’invio della prima aliquota di personale turco in Russia per addestrarsi all’uso del sistema polivalente antiaereo/antimissile S-400. Ad oggi, il trasferimento della prima batteria in Turchia è confermato per l’estate. Tutti i dettagli su RID 7/19.

anteprima logo RID Brigata Paracadutisti Folgore alla Immediate Response 2019

Risposta rapida ed efficace ad esigenze internazionali per migliorare e incrementare il coordinamento, l’interoperabilità tra forze armate di diverse nazionalità e le capacità Joint Forcible Entry a seguito aviolancio