LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Industria
anteprima logo RID Piaggio Aerospace: via al bando di vendita

Dopo aver ricevuto l’autorizzazione dal Ministero dello Sviluppo Economico, è partito formalmente il bando internazionale per la cessione di Piaggio Aerospace, attualmente in amministrazione straordinaria. I soggetti interessati a rilevare l’azienda, o parte di essa, avranno tempo sino al 3 aprile 2020 per inviare al Commissario Straordinario, Vincenzo Nicastro, le manifestazioni di interesse. Dopo aver valutato qualità e completezza di ciascuna proposta, sarà prerogativa del Commissario ammettere quanti hanno manifestato interesse alla successiva fase della procedura di vendita. Allo stesso modo, come recita testualmente il bando, “ogni definitiva determinazione in ordine alla vendita è […] soggetta al potere autorizzativo del Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il parere del Comitato di Sorveglianza”. Piaggio Aerospace si presenta al momento ai potenziali compratori con un portafoglio ordini in esecuzione pari a 450 milioni di euro, cui si aggiungeranno a breve ulteriori accordi per altri 450 milioni, portando così il totale del portafoglio ordini a 900 milioni di euro. Piaggio Aeropsace opera nel business dei turboelica executive e dei motori, laddove sopratutto quest’ultimo potrebbe attrarre l’interesse del mercato.

anteprima logo RID Airbus e MBDA insieme per i Remote Carrier

Airbus ed MBDA hanno firmato un accordo, nell’ambito della prima fase di dimostrazione del programma per il sistema di combattimento aereo del futuro FCAS, per lo sviluppo congiunto dei Remote Carrier che opereranno in tale ambito assieme a UAV/UCAV ed al caccia di nuova generazione. In particolare, MBDA si focalizzerà sugli RC di classe piccola e media, mentre Airbus, su quelli di classe media e grande, e sul sistema d’intelligenza cooperativa. Tutti i dettagli su RID 4/20.

anteprima logo RID Secondo tiro per il MARTE ER

Il missile anti-nave MARTE ER di MBDA ha completato con successo il suo secondo lancio sperimentale centrando in pieno il bersaglio. La prova è stata effettuata in Sardegna presso il PISQ (Poligono Interforze del Salto di Quirra). Rispetto al primo lancio, risalente alla fine del 2018, sono state testate diverse caratteristiche e funzionalità aggiuntive. Tra esse possiamo citare un sistema di navigazione integrato, una spoletta di prossimità con funzionalità fly-over, oltre che un weapon controller e un sistema di attuazione evoluti. Il missile era pure equipaggiato con un nuovo seeker, progettato e sviluppato dalla Divisione Seeker di MBDA. Il bersaglio galleggiante (simulante un’unità navale) è stato colpito in pieno (miss distance di "quasi zero") dopo una traiettoria di volo di circa 100 km. Il missile ha percorso una traiettoria di volo molto bassa sul mare (tipo sea skimming) a velocità molto elevata: è stato così spinto al limite del suo inviluppo di volo. Il volo ed il centro pieno hanno permesso di confermare che il comportamento del missile è stato pienamente aderente a quanto previsto. Nel corso del volo la telemetria ha potuto registrare, inoltre, un'enorme quantità di dati, dati che hanno mostrato un ottimo allineamento con i risultati della simulazione. Ulteriori dettagli su RID 3/2020, prossimamente in edicola.

anteprima logo RID Dall'Italia altre navi e sottomarini per il Qatar

Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo, e il Ministero della Difesa del Qatar, attraverso Barzan Holdings, società posseduta al 100% dal Ministero della Difesa del Qatar e responsabile per il potenziamento delle capacità militari delle forze armate dello Stato, hanno firmato a Doha un Memorandum of Understanding (MoU) volto a rafforzare la partnership strategica attraverso la valutazione e gli studi di nuove tecnologie e capacità, che potrebbe portare alla futura acquisizione di nuove unità già nel 2020.

anteprima logo RID Leonardo vince la gara dell’US Navy per l'elicottero da addestramento

Leonardo si è aggiudicata la gara per il nuovo elicottero da addestramento dell’US Navy, denominato TH-73A e basato sulla customizzazione dell’AW-119, battendo la concorrenza di Bell ed Airbus. Il contratto ha un valore di oltre 176 milioni di dollari e comprende la fornitura, da completare entro l’ottobre 2021, di 32 macchine, più un pacchetto iniziale di parti di ricambio, supporto e addestramento per piloti e tecnici. Il TH-73A rimpiazzerà il TH-57 oggi in servizio (Bell 206). Le attività produttive saranno principalmente eseguite presso lo stabilimento Leonardo di Philadelphia che già produce l’AW-119, venduto in oltre 320 esemplari (a clienti per il 70/80% para-pubblici) nel mondo. Per tutti i dettagli RID 2/20.

anteprima logo RID FCAS, sul motore si cambia

Dopo una battaglia durata quasi un anno, che ha visto in prima fila il Bundestag chiedere con forza un riequilibrio del programma, Safran e MTU Aero Engines hanno trovato un accordo sul propulsore che equipaggerà il futuro caccia pilotato del sistema di combattimento aereo FCAS. L’accordo prevede una formula di compromesso secondo la quale Safran sarà prime contractor della Fase 1 A riguardante una “prima tranche” di ricerca e sviluppo, mentre entro il 2021 verrà costituita una joint venture paritaria tra le 2 società che sarà responsabile per sviluppo, produzione e supporto post-vendita. Ricordiamo che inizialmente gli accordi prevedevano che Safran/Snecma fosse responsabile per il design e l’integrazione del motore ed MTU Aero Engines per la parte MRO (Maintenace Repair Operations).

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>