LEONARDO
Viaggi RID
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID MBDA: resilienza e innovazione per continuare a crescere

MBDA ha mostrato una forte resilienza nel 2020, nonostante la pandemia globale. MBDA ha mostrato una forte resilienza nel 2020, nonostante la pandemia globale. I ricavi sono stati pari a 3,6 miliardi di Euro, con una ripartizione al 50% tra i clienti nazionali ed export. Gli ordini nel 2020 sono stati pari a 3,3 miliardi di Euro, con il portafoglio ordini che ora si attesta a 16,6 miliardi di Euro.

anteprima logo RID La Cina aumenta la pressione su Taiwan e le Pratas

Negli ultimi mesi la Cina ha aumentato notevolmente la pressione militare attorno all’Isola “ribelle” di Taiwan. L’ultimo episodio risale a 3 giorni fa quando almeno 4 bombardieri H-6K e 10 caccia pesanti multiruolo J-16 sono entrati nella parte sudoccidentale della ADIZ (Air Defence Identification Zone) taiwanese. In totale, nel solo mese di marzo i velivoli cinesi hanno condotto almeno 17 sconfinamenti nella ADIZ di Taiwan. In particolare, in questa fase l’obbiettivo di Pechino sembra essere le isole Pratas, 410 km a sud di Taiwan ed a 320 km da Hong Kong. Le Isole, controllate politicamente ed amministrativamente da Taipei, sono rivendicate però dalla Cina e considerate strategiche in virtù della loro posizione di crocevia tra il Mar Cinese Meridionale ed il Pacifico Occidentale. Negli ultimi mesi questa aerea è stata oggetto di manovre esercitative da parte delle forze cinesi a cui Taiwan ha risposto con analoghe attività. Taipei sta inoltre pesando di rafforzare l’attuale contingente sulle Pratas, basato su circa 500 elementi di fanteria di marina.

anteprima logo RID Slitta il ritiro USA dall’Afghanistan

Il nuovo Presidente USA Biden ha annunciato durante una conferenza stampa che, allo stato attuale, non sono previste truppe americane dispiegate in Afghanistan dopo il 2022, ma ha aggiunto che sarà difficile rispettare la scadenza del 1° maggio negoziata dal Presidente Trump negll’ambito dell’accordo di Doha dell’anno scorso. Il nuovo Presidente statunitense ha precisato che tale ritardo è da imputare a “motivazioni tattiche” dovute allo svolgimento di un sicuro e ordinato ripiegamento in Patria. Circa 2500 militari Americani sono ancora presenti nel Paese asiatico nonostante il ridimensionamento voluto dalla precedente Amministrazione ed accelerato dopo il citato accordo di Doha. Il Presidente Biden ha inoltre aggiunto che sono in corso delle ulteriori azioni, svolte in sinergia con le Nazioni Unite, per trovare una soluzione all’impasse dei colloqui tra Governo di Kabul e Talebani. La situazione del Paese continua però a rimanere instabile con l’attività dell’insorgenza che continua ad interessare vaste aree del Paese. Allo tempo stesso, lo Special Inspector General for Afghanistan Reconstruction (SIGAR) americano, John F. Sopko, durante una presentazione ufficiale al Congresso USA, ha sottolineato che, nonostante gli enormi fondi destinati alla formazione e addestramento delle forze di sicurezza Afghane, queste ultime sono ancora lontane dal possedere la piena capacità di operare in maniera autonoma. Secondo il rapporto presentato, infatti, i militari afghani non sono ritenuti ancora capaci di svolgere la manutenzione degli equipaggiamenti consegnati, gestire la catena logistica di approviggionamento ed addestrare con successo i membri delle proprie Forze Armate e forze di polizia.

anteprima logo RID Leonardo e CAE insieme per la IFTS

Leonardo e CAE hanno annunciato la nascita di “Leonardo CAE Advanced Jet Training” Srl, una joint venture creata per supportare le attività della International Flight Training School (FTS) di Decimomannu. La joint venture si occuperà del supporto tecnico-logistico dei velivoli M-346 e dei sistemi di simulazione di terra (Ground Based Training System), nonché della gestione operativa delle infrastrutture. I lavori per la realizzazione della IFTS sono iniziati a dicembre ed il tutto dovrebbe essere completato già nel 2022. L’IFTS, un’iniziativa nata dalla partnership fra l’Aeronautica Militare e Leonardo, fornirà i servizi di addestramento avanzato destinati ai piloti della stessa Aeronautica Militare e di forze aeree straniere, e si baserà sul sillabo dell’AM con un focus sulla cosiddetta Fase 4, ovvero la fase pre-operativa pensata per scaricare ore di volo dai reparti di conversione operativa. La IFTS disporrà di 22 M-346, 18 appartenenti all’AM e 4 all’industria. Il Qatar è il primo cliente internazionale della IFTS dopo che lo scorso novembre i 2 Paesi avevano firmato un accordo di cooperazione per consentire la formazione dei piloti qatarini presso la nuova struttura.

anteprima logo RID FVL, parte lo studio Leonardo Lockheed Martin

Come preannunciato dal Ministro Lorenzo Guerini nelle scorse settimane, è partito lo studio, commissionato dalla Difesa a Leonardo, con Lockheed Martin come partner, per valutare una cooperazione congiunta in materia di Future Verticali Lift. In particolare, lo studio, che si concluderà entro l’anno, dovrà valutare requisiti, capacità e mercati di un potenziale elicottero medio multiruolo e multimissione basato sull’utilizzo della tecnologia compound. Al termine dello studio la Difesa italiana valuterà i risultati e prenderà una decisione circa l’avvio di una cooperazione e di uno sviluppo congiunto a tutti gli effetti relativo ad una nuova macchina per le FA italiane e per l’export, e pure per il mercato civile. Approfondimenti e ulteriori dettagli su RID 5/21.

anteprima logo RID CAVOUR, certificato l’impiego degli F-35B

La portaerei CAVOUR ha completato oggi le prove in mare per l’impiego operativo dell’F-35B. Iniziati con la partenza da Norfolk il 28 febbraio scorso e con il primo appontaggio dell’F-35B avvenuto il 1° marzo, i test di compatibilità sono durati 4 settimane,. Si tratta di una pietra miliare nel percorso di acquisizione della strategica capacità di impiego dei nuovi velivoli, cui farà seguito, entro la fine del 2024, la “Initial Operational Capability” e successivamente la “Final Operationl Capability” che coinciderà con la consegna dell’ultimo F-35B alla Marina previsto dal programma. "Abbiamo portato a termine tutte le prove previste e al momento siamo in grado di rilasciare un permesso di volo provvisorio (IFC – Interim Flight Clearance), che permetterà a nave CAVOUR e al suo equipaggio di proseguire l’addestramento. Al nostro rientro alla base di Patuxent River analizzeremo attentamente i dati raccolti e al termine saremo in grado di rilasciare la certificazione finale -ha detto Ron Hess, ingegnere responsabile del team per la verifica di compatibilità dell’F-35 Patuxent River Integrated Test Force (ITF), gruppo composto da 180 persone tra ingegneri, ricercatori, piloti collaudatori, tecnici e operatori di ponte a bordo del CAVOUR - Grazie alla cooperazione e stretta collaborazione con i team della portaerei siamo riusciti a svolgere le sea trials in modo sicuro, efficace e senza intoppi”. Nel corso delle prove in mare i 2 F-35B del Pax River ITF imbarcati hanno effettuato oltre 50 missioni di volo, in diverse condizioni meteo e stato del mare, una sessione notturna, circa 120 appontaggi verticali e altrettanti decolli corti con l’ausilio dello ski jump, e singole prove di decollo verticale.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>