LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Gli HARRIER dei Marines in servizio fino al 2029

La flotta di 114 AV-8B HARRIER II degli USMC resterà in servizio fino al 2029. 

anteprima logo RID Parte la produzione del JF-17 Block 3

L’Aeronautica Pakistana ha ufficialmente annunciato, lo scorso 30 dicembre, l’avvio della produzione dei caccia multiruolo JF-17A THUNDER Block 3. Tale variante, in primis, prevede la presenza del radar AESA a scansione elettronica attiva cinese KLJ-7A con 170 km di portata e raffreddamento ad aria. Quest’ultima caratteristica lo rende più leggero e di dimensioni più contenute rispetto al modello dotato di raffreddamento liquido, elementi che potrebbero agevolarne il retrofit sui JF-17 delle varianti precedenti. Oltre al nuovo radar, i Block 3 saranno equipaggiati anche con una suite EW completa (comprendente 3 antenne RWR montate sulla coda e sulla parte posteriore delle 2 prese d’aria), con datalink, con un pod per il targeting ed un cockpit completamente digitalizzato - composto da un singolo grande pannello multifunzione e da un ampio HUD olografico - e con un sistema di visione e puntamento montato sul casco del pilota. A queste caratteristiche, mancanti sulle versioni precedenti del caccia sino pakistano, dovrebbe aggiungersi anche la capacità di trasporto di una più ampia panoplia di ordigni, inclusi missili di tipo BVR. Per quanto riguarda il sistema propulsivo, non è chiaro se la nuova versione del THUNDER sarà equipaggiata con lo stesso motore turbofan di fabbricazione russa RD-93 presente sui modelli precedenti, o se avrà la sua variante aggiornata RD-93MA, in sviluppo dalla scorsa estate, che dovrebbe garantire un incremento di spinta pari a circa 2.000 libbre. Contemporaneamente alla cerimonia di avvio della produzione dei JF-17A Bl.3 - alla quale erano presenti il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica del Pakistan, Gen. Mujahid Anwar Khan, e l’Ambasciatore cinese in Pakistan Nong Rong - si è svolta la consegna ufficiale di 14 JF-17B Block 2 biposto da conversione operativa (con secondari compiti di Lead-In Fighter Trainer, attacco al suolo e ricognizione) all’Aeronautica Pakistana. Con questi aerei, Islamabad raggiunge una quota totale di 123 THUNDER, in attesa dei 48 JF-17 Block 3 che, secondo i piani, dovrebbero essere consegnati al ritmo di 12 velivoli all’anno tra il 2021 ed il 2024.

anteprima logo RID Avanza il METEOR giapponese

Il budget Difesa giapponese per l’anno fiscale 2021 ha confermato gli stanziamenti necessari per il proseguimento del programma bi-nazionale Joint New Air to Air Missile, lanciato nel 2014 insieme al Regno Unito. Il gabinetto del Primo Ministro nipponico Yoshihide Suga ha approvato il 21 dicembre scorso la prossima fase del progetto, stanziando 1 miliardo di Yen (circa 9,7 milioni di dollari) per il completamento dello sviluppo e la produzione di un primo prototipo del missile. Il JNAAM è entrato nella fase prototipica nel 2018 e il primo missile di prova sarà ultimato durante il Fiscal Year (FY) 2022. Il nuovo missile è il risultato dell’applicazione di tecnologie giapponesi sulla base del METEOR di MBDA, sviluppato come noto in un progetto multinazionale a guida britannica. Il Joint New Air to Air Missile impiega il corpo missile e la propulsione avanzata del METEOR ma integra un seeker radar avanzato, di tipo AESA, sviluppato dalla giapponese Mitsubishi Electric Corporation per il missile aria-aria nipponico AAM-4B. Il JNAAM dovrebbe quindi risultare in un’arma capace di combinare le prestazioni cinematiche straordinarie del METEOR con un seeker radar a scansione elettronica molto più performante, capace di tracciare bersagli più sfuggenti in modo più accurato. Non è chiaro se ci saranno ulteriori espansioni delle capacità del missile: per il METEOR sono stati in passato ipotizzati impieghi alternativi che includono la missione anti-radar nell’ambito delle missioni di soppressione delle difese aeree avversarie. Praticamente certo invece che il missile userà le alette tronche già sviluppate per il trasporto interno in stiva sull’F-35, se non anche ulteriori migliorie alla sua forma. L’attuale progetto di ricerca e sviluppo bi-nazionale dovrebbe concludersi nel FY 2023, che in Giappone termina nel marzo 2024.

anteprima logo RID Dieci M-346 per la Grecia

La Grecia e Israele hanno sottoscritto un accordo, del valore superiore a 1,3 miliardi di euro, per la creazione di una nuova Scuola di Volo per la formazione dei piloti dell’Aeronautica Greca. Elbit sarà responsabile per tutti gli aspetti relativi alla commessa, e della fornitura di tutti i sistemi addestrativi, dei simulatori e di 10 trainer avanzati M-346. In particolare, per quanto riguarda questi ultimi, si tratta di velivoli di nuova produzione che Leonardo fornirà alla ditta israeliana, nell’ambito di un contratto che dovrà essere formalizzato nelle prossime settimane. A sua volta, Elbit venderà o darà in leasing all'Aeronautica Greca i velivoli mediante un pacchetto di servizio completo. Ulteriori dettagli su RID 1/21.

anteprima logo RID Missili aria-sup per il BLACKHAWK cinese

Stando ad alcune immagini apparse negli ultimi giorni del 2020, l’elicottero utility cinese Harbin Z-20 - praticamente una semi-copia del BLACKHAWK americano - sarebbe in grado di trasportare missili aria-sup. 

anteprima logo RID RUAV russo anti-drone

L’agenzia di stampa russa RIA Novosti, citando una fonte delle Forze Armate, ha confermato che la Russia sta sviluppando due versioni di droni elicottero RUAV con lo specifico ruolo di supportare i sistemi d’arma antiaerei contro la minaccia di altri UAV o loitering ammunitions (droni kamikaze). 

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>