LEONARDO
Viaggi RID
Argomento Selezionato: Forze Armate
anteprima logo Stato Maggiore Difesa Ucraina – Guerini: "Da UE rapida e concreta solidarietà a Ucraina"

Il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha preso parte in videoconferenza alla riunione del Consiglio affari esteri in formato difesa, indetto dall'Alto Rappresentante Ue della Politica Estera Josep Borrell, incentrato sul conflitto in Ucraina

a cura dello
anteprima logo Stato Maggiore Difesa UCRAINA: Guerini Attacco gravissimo risposta ferma

"L'aggressione all'Ucraina è un attacco gravissimo a uno stato sovrano e ai principi fondamentali del diritto internazionale. L'Italia condanna fermamente l'ingiustificabile decisione russa ed esprime sostegno e solidarietà all'Ucraina e al suo popolo. La comunità internazionale deve rispondere in maniera ferma e coesa. Ci stiamo confrontando con i nostri alleati e forniremo il nostro pieno supporto alle misure che insieme decideremo". Così il ministro della Difesa Lorenzo Guerini sull'attacco delle truppe russe al territorio ucraino. 

a cura dello
anteprima logo RID Guerra in Ucraina, il ruolo dell’Italia

Il ruolo dell’Italia in questa guerra si sviluppa nell’ambito della sua appartenenza alla NATO che, in questa fase, sta rafforzando il suo profilo deterrente. Molto importante è stata l’attività svolta nei giorni scorsi dagli UAV “spia” GLOBAL HAWK del sistema NATO AGS (Alliance Gorubnd Surveillance) basato a Sigonella. I velivoli sono stati più volti tracciati nei cieli ucraini per monitorare gli spostamenti delle truppe russe di là del confine grazie al loro potente radar. A Costanza, in Romania, sono basati 4 Eurofighter TYPHOON dell’Aeronautica Militare - Task Force Air BLACK STORM – nell’ambito dell’operazione di pattugliamento aereo Enhanced Air Policing Area South, mentre in Lettonia è presente una compagnia meccanizzata dell'Esercito inserita all’interno del battle group a guida canadese. Ricordiamo che al momento la NATO schiera 4 Battle Group – Enhanced Forward Presence – nei 3 Paesi baltici e in Polonia. Un quinto, a guida francese, dovrebbe essere dispiegato nelle prossime settimane in Romania. In generale, l'Alleanza ha già annunciato di voler potenziare il proprio dispositivo militare nell’Europa dell’Est. Nel Mediterraneo, l’Italia ha generalmente un paio di navi (più una terza disponibile on call) nel quadro dello Standing NATO Maritime Group 2, SNMG2, ed un’altra nave all’interno della missione, sempre della NATO, SEA GUARDIAN. D sottolineare pure il ruolo delle basi americane nel nostro Paese. Ad Aviano l’USAF ha 2 gruppi di F-16, per un totale di una quarantina di aerei, alcuni dei quali dovrebbero essere stati inviati in Europa dell’Est, mentre a Vicenza è di stanza la U.S. Army Southern European Task Force, Africa (SETAF-AF), con elementi della 173ª Brigata Aerotrasportata. In Italia è basata anche parte della TASK FORCE 67, ovvero la componente aeronavale basata a terra della 6th Fleeth. Il cuore della TF-67 è Sigonella, dove operano aerei da pattugliamento marittimo P-8A POSEIDON e UAV “spia” MQ-4 TRITON.

anteprima logo RID Attacco all'Ucraina

E’ partito stanotte, su ordine del Presidente Putin, l’attacco russo all’Ucraina. Si tratta di un’iniziativa su larga scala, il cui obbiettivo, a questo punto, pare “installare” un governo fantoccio a Kiev. Al momento sono stati lanciati attacchi aerei e missilistici contro le principali città del Paese – Kiev, Kharkiv, ecc. - basi aeree, depositi, centri di comando e siti della difesa aerea. Nell’azione sono coinvolti bombardieri strategici Tu-95 e Tu-160, che stanno impiegando missili cruise Kh-101 e Kh-505, bombardieri tattici Su-24 e cacciabombardieri pesanti Su-34, mentre da terra vengono lanciati missili balistici tattici ISKANDER, che hanno colpito ancora poco fa la capitale Kiev, e dalle navi missili da crociera a lungo raggio KALIBR. In parallelo sembrano in corso operazioni anfibie contro il porto di Odessa e il porto di Mariupol, che è pure sotto il fuoco pesante dell’artiglieria russa, mentre da nord le prime colonne meccanizzate e corazzate hanno attraversato il confine dal distretto di Belgorod per puntare sulla città di Kharkiv, appoggiate dal fuoco di semoventi e lanciarazzi campali, ed attraversato il confine anche con la Bielorussia. Aggiornamenti nelle prossime ore.

anteprima logo Stato Maggiore Difesa Guerini: «Russia faccia un passo indietro»

Guerini: militari italiani attivi sul campo in Lettonia, Romania e nel Mediterraneo

a cura dello
anteprima logo Marina Italiana CAMBIO DEL COMANDANTE TATTICO IN MARE DELL’OPERAZIONE MARE SICURO

Martedì 22 febbraio, alle ore 11.00, si svolgerà a bordo del cacciatorpediniere Luigi Durand De La Penne, ormeggiato al pontile NATO della Base Navale di Augusta, la cerimonia di avvicendamento del Comando dell’Operazione Mare Sicuro (OMS): un’operazione indispensabile per assicurare la sorveglianza in una zona di mare di preminente interesse nazionale e capace di intercettare le minacce quando sono ancora lontane dai nostri confini, prima che queste si riverberino sul territorio nazionale.

a cura della
  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>