LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 23-01-2019 Presentato il tour di nave MARGOTTINI data: a cura di:

Si è svolta oggi, a Palazzo Marina a Roma, la presentazione della campagna navale della FREMM ASW CARLO MARGOTTINI in Medio Oriente e Mar Arabico (MOMA), campagna di cui RID è Media Partner. La nave, salpata da La Spezia lo scorso 17 gennaio sotto il comando del Capitano di Fregata Marco Guerriero, svolgerà attività di presenza e sorveglianza nell’area del Mediterraneo allargato a tutela delle SLOC (linee di traffico marittimo di interesse nazionale) e condurrà una campagna di diplomazia navale e di supporto al “sistema Paese” nell’area MOMA, sulla stregua di quanto già avvenuto con la stessa MARGOTTINI nelle attività di diplomazia navale del marzo 2018, ed in altre simili campagne svoltesi negli ultimi 5 anni, aperte dal tour della portaerei CAVOUR e della FREMM BERGAMINI “sistema Paese in movimento” del 2014. La fregata MARGOTTINI, che imbarca 2 elicotteri NH90, farà tappa a Djibouti (28 gen-1 feb), a Karachi (Pakistan, dal 7 al 12 feb), dove prenderà parte all’esercitazione “AMAN 2019” con la Marina pakistana e ad altre 18 marine per la protezione delle linee di comunicazione marittima, ad Abu Dhabi (16-21 feb) dove parteciperà alla “Naval Defence Exhibition” (NAVDEX 2019) nell’ambito del salone IDEX, a Damman (Arabia Saudita, dal 23 al 26 feb), in Kuwait (27 feb-2 mar), per chiudere a Muscat (Oman, dal 4 al 7 marzo), prima di rientrare in Italia. La partecipazione di Nave Margottini alla IDEX-NAVDEX  2019 dimostra l’attenzione della Marina Militare verso gli sviluppi tecnologici e il ruolo che ricopre nelle collaborazioni con l’industria nazionale nella progettazione e realizzazione di piattaforme e sistemi avanzati quali le unità della classe FREMM.

La campagna rientra, inoltre, nell’ambito delle attività svolte nel settore della cooperazione internazionale e del dialogo tra i Paesi dell’area con cui l’Italia intrattiene importanti rapporti politico-diplomatici, economici ed industriali, rappresentando, dunque, un’importante occasione per promuovere in modo integrato il “Sistema Paese”, affiancando e supportando le attività di importanti rappresentanti dell’industria nazionale per la difesa. Questo tipo di campagne navali offrono la grande opportunità di presentare il “sistema Paese”, frutto dello sforzo sinergico tra i principali attori dell’industria nazionale della Difesa e le FFAA italiane, in questo caso della Marina Militare. Si tratta, quindi, di olccasioni preziose per esibire in diverse aree strategiche, o con importanti aspettative di crescita, l’enorme potenziale tecnologico Italiano nel segmento della Difesa, peraltro già in uso al cliente nazionale.

Alla conferenza erano presenti rappresentanti delle 4 principali aziende del comparto industriale nazionale nel settore della difesa - Elettronica, Fincantieri, Leonardo ed MBDA Italia - la cui collaborazione ha reso possibile la stessa campagna, il cui costo, come sottolineato dal Capitano di Vascello Mauro Panarello, “è sostenuto da un accordo commerciale con aziende private”, tra cui le 4 citate.

Nel suo intervento, Andrea Tomao, Public & Defence Affairs di Fincantieri, ha definito tale tour “massimo esempio di sistema paese in movimento in aree contraddistinte da mercati altamente strategici nel settore navale e con alte possibilità di penetrazione commerciale” (vedi Pakistan), occasione utile anche per “proseguire dialoghi in corso riguardo ad alcuni requisiti e per testare le reali intenzioni/interesse delle Marine dell’area”. Successivamente, Gianfranco Abbrescia, Vice President Naval Marketing di Leonardo - azienda responsabile della fornitura e dell’integrazione dell’intero sistema di combattimento, del sistema di gestione dello stesso, dei sensori radar (il sistema 3D multifunzione attivo KRONOS MFRA, sensore principale del sistema missilistico di MBDA, il radar di ricerca di superficie RAN30X, quello di navigazione a bassa probabilità d’intercettazione LPI SPN-730, nonché il radar secondario IFF SIR-M5-PA), dei sistemi di comunicazione (sistema integrato di comunicazioni interne ed esterne e di comunicazioni tattiche basate sul prodotto MDLP – Multi Data Link Processor), di quelli elettro-ottici (due sistemi multi-sensore di controllo del tiro NA-25X) e dei sensori all’infrarosso per funzioni di tracking (il sistema IRST SASS (Silent Acquisition and Surveillance System) presenti sulla FREMM (oltre alle dotazioni avioniche e di missione per operazioni navali degli NH90) - ha evidenziato come, “nel settore navale, il fatturato dell’azienda è superiore al 60% nei mercati esteri” e come parte dei recenti successi commerciali di Leonardo (Algeria, Qatar, Kuwait) “deriva anche da questo tipo di campagne - oltre che dal supporto della Marina - alle quali la compagnia ha partecipato dal 2014”. Nel corso del suo intervento, Giovanni Zoccali, Vice President Europe & Consortia Sales di Elettronica, ha sottolineato come “andare compatti ci permette di trasferire alle altre Marine il chiaro messaggio che l’”Italia Navale” è un partner affidabile in grado di supportarle in tutte le fasi - di sviluppo e operative - dei loro programmi futuri. Noi crediamo nella squadra Industria-Marina e ci adoperiamo affinché il tanto utilizzato termine “sistema Paese” non sia uno slogan, ma porti l’eccellenza tecnologica ed operativa italiana in giro per il mondo. Elettronica - presente sulla FREMM con una suite EW di protezione integrata in ambito radar e comunicazione, composta dai sottosistemi RESM (Radar Electronic Support Counter-Measure), RECM (Radar Electronic Counter-Measure NETTUNO 4100) e CESM (Communication ESM), sviluppata nell’ambito del consorzio SIGEN con Thales - sfrutterà la campagna navale per “gettare le basi per nuove collaborazioni in aree particolarmente interessanti dal punto di vista del mercato”. A tal proposito, durante la tappa della MARGOTTINI ad Abu Dhabi per la IDEX 2019, Elettronica raddoppierà la propria presenza nella regione, partecipando ad IDEX come espositore e come supporter della FREMM, consolidando la propria trentennale visibilità nel mercato medio orientale. Nell’intervento di chiusura della Head of Commercial Italian Campaigns MBDA, Dott.ssa Emanuela Berardi, ha sottolineato che l’azienda sarà presente a bordo della MARGOTTINI oltre che con i sistemi integrati sulla nave – quello antiaereo SAAM-ESD (Surface Anti-Air missile -Extended Self Defence) con missili ASTER 15/30 e quello antinave con i missili a lungo raggio TESEO MK2/A - anche con “l’esposizione di modelli dei missili antinave della famiglia MARTE, in particolare il MARTE MK2/N e del più recente MARTE ER (con portata superiore ai 100 km), nonché del missile antiaereo CAMM ER”. Va ricordato, infatti, che la famiglia MARTE in particolare ha già riscosso un enorme successo nell’area a seguito delle acquisizioni di Qatar (in configurazione da elicottero e da batteria costiera), e dei sistemi missilistici MARTE MK2/N destinati alle 12 motovedette veloci classe GHANNATA emiratine e selezionati per le nuove unità P-37 della Marina del Kuwait, nonché per i caccia TYPHOON kuwaitiani nella versione aviolanciata ER. Berardi ha concluso lasciando intendere che Arabia Saudita ed Oman rappresentano mercati di sbocco interessanti per il consorzio missilistico, attivo anche in Pakistan che presto dovrà sostituire i propri sistemi antiaerei SPADA.


Condividi su: