LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 22-10-2019 Corea del Sud: al via i nuovi caccia AEGIS e non solo data: a cura di:

Il 10 ottobre il ministero della Difesa sudcoreano e Hyundai Heavy Industries (HHI) hanno firmato un contratto da 565 milioni di dollari, che da il via alla costruzione dei 3 cacciatorpediniere (in effetti per dimensioni e prestazioni veri incrociatori antiaerei) tipo GWANGGAETO-III Batch-2, noti anche come programma KDX-III Batch-2. Il programma KDX, avviato sin dagli anni ’80 e suddiviso in più fasi, ha infatti sinora portato alla costruzione di 3 caccia multiruolo da 3.900 t (classe GWANGGAETODAEWANG/KDX-I, che imbarcavano anche il cannone da 127/54 mm COMPACT di OTO-Melara/Leonardo) nel 1995-2000, i 6 esemplari della versione improved da 5.500 t classe YU SUNSHIN (KDX-II), realizzati nel 2001-2008, e infine i 3 caccia da difesa aerea classe SEJONG DAEWANG, da 10.300 t, consegnati tra 2008 e 2012, tipo KDX-III Batch-1 derivati dai BURKE statunitensi e in configurazione AEGIS-Baseline 7. I 3 nuovi super-caccia del secondo lotto (del valore complessivo di 3,3 miliardi di dollari, e di dimensioni ulteriormente implementate) disporranno di armi e sensori più avanzati, che in parte saranno poi retrofittatisulle unità Batch-1, compresi radar e sistemi di intercettazione anti-balistici, coi missili SM-3, oltre ad essere predisposti per gli SM-6 multimissione. Il primo dei nuovi caccia sarà consegnato nel novembre 2024, e l’intero programma si concluderà entro il 2028. Pochi giorni più tardi, proprio mentre giravano alcune ipotesi su progetti di portaerei anche in configurazione CATOBAR/STOBAR per la ROKN, il governo sudcoreano ha assegnato sempre a HHI un contratto per la progettazione concettuale di una portaeromobili d’assalto anfibio tipo LHD(A) da 30.000 t, o programma LPX-II, che dovrà rappresentare una netta evoluzione delle 2 unità tipo LPX-I DODKO (in servizio dal 2007, e solamente configurata per imbarcare elicotteri) e MARADO, attualmente alle prove in mare, e che può operare anche con gli F-35Bdi cui Seul sta valutando l’acquisto in un primo lotto di 12-20 esemplari. La LPX-II sarà configurata sin dall’inizio per operare con 20 aeromobili, compresi gli F-35B.


Condividi su: