LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 21-01-2020 Australia, le ADF nell’emergenza incendi data: a cura di:

Una catastrofe dalle proporzioni inimmaginabili che non si può ancora definire chiusa quella degli incendi che stanno flagellando l’intero continente australiano. Un territorio bruciato pari all’intera Inghilterra che continua ad espandersi ogni giorno, milioni gli animali vittime del fuoco e un bilancio di vittime umane a 2 cifre che preoccupa sempre di più. La situazione, vista nei numeri, ha veramente i caratteri di un disastro naturale immane. È per questo motivo che il Governo Australiano ha deciso di schierare massicciamente le proprie Forze Armate al fine di supportare le autorità statali e locali nel fronteggiare l’emergenza. Migliaia gli uomini e le donne impiegate delle 3 Forze Armate sotto il Comando del Major General Jake Ellwood, nominato Coordinatore Nazionale delle Australian Defence Forces (ADF) per l’emergenza che, con la sua Combined Joint Task Force, è impegnato nella gestione della neo-battezzata Operazione BUSHFIRE ASSIST 19/20. Tre le Joint Task Force ai suoi comandi, organizzate in supporto dei singoli Stati di Victoria (JTF 646), New South Wales e Australian Capital Territory (JTF 1110) e South Australia e Tasmania (JTF 1111). Più di 3.000 i riservisti richiamati e schierati insieme al personale in servizio permanente per il supporto alle autorità civili in assistenza alla popolazione. Oltre alla normale attività di spegnimento degli incendi, la RAAF, Aeronautica Militare Australiana, è massicciamente impiegata con tutta la sua componente di trasporto strategico (C-17A GLOBEMASTER III), tattico (C-130J HERCULES e C-27J SPARTAN) e ad ala rotante nell’evacuazione dei cittadini dalle aeree a rischio e nel pronto rischieramento di vigili del fuoco e personale specializzato dove necessario. La Royal Australian Navy ha invece impiegato le navi (HMAS ADELAIDE, HMAS CHOULES e MV SYCAMORE) e i velivoli (S-70 SEAHAWK e MRH-90 TAIPAN) della propria componente anfibia nel delicato compito di evacuazione dei cittadini di alcune zone del New South Wales rimasti, in alcuni casi, intrappolati tra la linea di fuoco avanzante e l’Oceano. L’Esercito Australiano, oltre a fornire la struttura di Comando e Controllo delle operazioni, è impegnato in molteplici attività campali, con i suoi reparti del genio, per riaprire le strade e permettere ai soccorsi di raggiungere le comunità rimaste isolate dagli incendi, di soccorso e distribuzione di aiuti accogliendo presso le proprie basi i cittadini evacuati dai centri distrutti o a rischio. Importantissimo anche l’impegno joint delle ADF nel salvare gli animali selvatici e domestici a rischio della vita, grazie all’impiego dei propri team veterinari a supporto dei centri di emergenza attivati. A rinforzare il significativo schieramento delle ADF, reparti del genio e elicotteri di differenti nazioni sono stati prontamente rischierati su suolo australiano provenienti dalla Nuova Zelanda, Singapore, Papua Nuova Guinea e Fiji.


Condividi su: