LEONARDOFincantieri
Viaggi RID
logo Stato Maggiore Difesaa cura dello Stato Maggiore Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 17-05-2020 Missione in Afghanistan: avvicendamento al comando JATF data: a cura di:

Ha avuto luogo oggi presso Camp Arena, sede del contingente italiano nella missione in Afghanistan, l’avvicendamento al vertice della Joint Air Task Force (JATF), la componente aerea della missione che gestisce lo scalo aeroportuale di Herat e coordina gli assetti dell’Aeronautica Militare presenti in teatro operativo.

Il Colonnello pilota Vittorio Carminato, dopo sei mesi di intenso e proficuo lavoro, ha ceduto l’incarico al collega parigrado Dario Antonio Missaglia.

L’avvicendamento, cui ha assisitito il Comandante del Train Advise Assist Command West(TAAC-W) Generale di Brigata Enrico Barduani, si è svolto in forma estremamente ridotta e senza lo schieramento dei reparti, in osservanza alle limitazioni imposte dall’emergenza covid-19.

La JATF, dall’avvio della missione “Resolute Support” (1° gennaio 2015), oltre a gestire l’aeroporto militare e a condurre, congiuntamente con la controparte civile afgana (Afghan Civil Aviation Authority), l’aeroporto internazionale di Herat, supervisiona l’addestramento degli operatori civili locali destinati a subentrare nella gestione dei servizi aeroportuali.

Inoltre, il personale dell’Aeronautica Militare italiana contribuisce alla formazione e all’addestramento specialistico di alcune essenziali figure professionali come controllori di volo, addetti alle procedure antincendio, responsabili alla meteorologia e alla sicurezza del volo.

Lo scalo di Herat è tra i primi aeroporti dell’Afghanistan (il primo in assoluto nella parte occidentale del paese) ad aver raggiunto elevati standard qualitativi nella fornitura dei servizi essenziali e si avvia rapidamente al conseguimento della totale autonomia gestionale da parte delle locali autorità.


Condividi su: