LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 28-01-2021 Gli IRON DOME americani verso il Golfo data: a cura di:

Come noto lo US Army ha recentemente acquisito 2 batterie del sistema missilistico di difesa aerea israeliano a corto raggio IRON DOME. Secondo alcune fonti israeliane, nell'ambito dell'accordo di vendita, è previsto il beneplacito di Tel Aviv all'eventuale dispiegamento di tali sistemi in Paesi del Golfo Persico. A tal proposito, la scorsa settimana diversi media israeliani hanno riferito di un imminente rischieramento (entro marzo) dei nuovi IRON DOME statunitensi in non precisati paesi situati in tale area. Alla luce delle recenti tensioni con l'Iran, e degli ancora più recenti lanci di missili balisitici/cruise da parte dei ribelli yemeniti filoiraniani Houthi contro Riad, è verosimile ritenere che una delle 2 batterie sarà dispiegata in territorio saudita, più precisamente presso la base aerea Prince Sultan nella quale è presente il 378th Air Expeditionary Wing dell'USAF. L'altra batteria, invece, dovrebbe essere rischierata sulla base emiratina di Al-Dhafra, altra struttura che ospita reparti dell’Aeronautica (380° Air Expeditionary Wing) e dell’Esercito (32nd Army Air and Missile Defense Command) statunitensi. È probabile che la batteria di Iron Dome emiratina venga inquadrata nella 11th Air Defense Artillery Brigade, a completamento della stratificazione della difesa aerea integrata composta dalle già presenti batterie di PATRIOT e THAAD, sistemi operati anche dai sauditi.


Condividi su: