LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 04-05-2021 Nuovi dettagli sulle Light Amphibious Warship (LAW) dell’US Navy data: a cura di:

Il Servizio di Ricerca del Congresso Americano ha diramato una nota che fornisce ulteriori informazioni sul programma inerente le Light Amphibious Warship (LAW) di prossima acquisizione da parte dell’US Navy. Secondo quanto pubblicato, le LAW in programma saranno tra le 28 e 30 unità, con una prima prevista in acquisto per l’anno fiscale (FY) 2022, e avranno la missione primaria di supportare i Marines, in linea con il nuovo concetto operativo delle Expeditionary Advanced Base Operations (EABO). Il Congresso USA ha già stanziato 24 milioni di dollari, sui 30 richiesti, per l’anno in corso con lo scopo di finanziare la ricerca e lo sviluppo dell’industria navale americana nel progettare il design della nuova unità. L’US Navy e lo stesso USMC ipotizzano una LAW molto contenuta in termini di dimensioni e di spese di costruzione e gestione rispetto alle attuali unità navali anfibie, con una lunghezza fuori tutto compresa tra i 200 e i 400 piedi (60-120 m circa) e un dislocamento di 4.000 t, con associato un costo di produzione tra i 100 e i 150 milioni di dollari. Interessanti anche le caratteristiche operative: una velocità di crociera richiesta di 15 nodi, un raggio d’azione superiore alle 4.000 miglia senza rifornimento, un armamento limitato all’autodifesa tramite torrette da 25/30 mm, e una protezione Tier 2+, paragonabile a una corvetta o fregata. Come noto, il concetto operativo EABO è stato sviluppato come risposta ai potenziali scenari di conflitto con la Cina nel Pacifico occidentale e prevede la manovra di molteplici unità del Corpo dei Marines delle dimensioni di un plotone rinforzato (Distributed Operations). Tali unità, spostandosi da un'isola all'altra, avranno le capacità di ingaggiare bersagli con missili da crociera anti-nave (ASCM), loitering munitions, ecc. contribuendo, insieme alla Marina e ad altre forze militari joint e combined, alle operazioni per contrastare e negare il controllo del mare ad un possibile avversario. Le LAW nascono con tale scopo: imbarcare, trasportare, sbarcare e successivamente reimbarcare queste piccole unità del USMC, offrendo una limitata impronta per un possibile ingaggio dei sistemi a lungo raggio avversari. Lo scopo della nota presentata è quello di fornire gli elementi al Congresso per approvare, rifiutare e modificare la richiesta di fondi dell’US Navy e la relativa strategia di acquisto e capacitá del programma.


Condividi su: