LEONARDO
Viaggi RID
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 03-12-2021 80 RAFALE F4 per gli EAU data: a cura di:

La visita del Presidente francese Emmanuel Macron in Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi Uniti è stata l’occasione per piazzare uno storico ordine per 80 RAFALE F4 agli EAU. Alla presenza del Presidente francese e dello sceicco Mohammed bin Zayed Al-Nahyane, principe ereditario di Abu-Dhabi e vicecomandante delle FA degli Emirati Arabi Uniti, Eric Trappier, CEO di Dassault Aviation, ha firmato con Tareq Abdul Raheem Al-Hosani, Presidente e AD del Consiglio economico Tawazun (responsabile del procurement), un contratto storico per l'acquisizione di 80 RAFALE allo standard F4 per la United Arab Emirates Air Force & Air Defence (UAE AFD). Gli Emirati Arabi Uniti saranno il primo utente al di fuori della Francia ad utilizzare la versione F4. Precedentemente, la versione F4 sembrava destinata alle sole FA francesi, destinando la versione F3R all’export, ma la politica di vendita deve essere cambiata, forse per via della succulenta prospettiva di vendita (vedi anche RID 05/2020). Nel suo comunicato ufficiale, Dassault Aviation descrive questo contratto come “il culmine di oltre 45 anni di un rapporto di fiducia tra gli Emirati Arabi Uniti e Dassault”. In effetti, gli EAU sono un cliente tradizionale di Dassault ed opera una flotta di circa 62 MIRAGE 2000-9, la cui modernizzazione è stata lanciata due anni fa. Questo contratto è un'ottima notizia per la Francia e la sua industria aeronautica, un intero ecosistema di 400 aziende, grandi e piccole, che contribuiscono al RAFALE. L’intera filiera beneficerà di una continuità produttiva di circa 10 anni grazie a questa commessa e agli altri ordini export e nazionali recentemente piazzati (gli EAU diventeranno il sesto paese utilizzatore). Questo contratto, il più grande mai ottenuto dall'industria aeronautica francese nel settore dei caccia, rafforzerà la base industriale nazionale anche in vista dello SCAF, accrescendo ulteriormente il peso di Parigi (già piuttosto forte) in seno al consorzio trinazionale.

Seguiteci sul nostro Canale Telegram.


Condividi su: